SEQUESTRI/ Gestiscono azienda di noleggi cinematografici, ma le armi da guerra sono vere. Quattro arresti

- La Redazione

Dovevano essere armi “da set”, caricate a salve per essere usate nei film d’azione. E invece era un vero e proprio arsenale di pistole e fucili perfettamente funzionanti.

pistola_carabinieriR400
Un sequestro di armi

Dovevano essere armi “da set”, caricate a salve per essere usate nei film d’azione. E invece era un vero e proprio arsenale di pistole e fucili perfettamente funzionanti, con in più sette armi automatiche classificate come “da guerra” e per questo illegali. Gli agenti della questura di Roma hanno arrestato quattro uomini per detenzione illegale di armi comuni da sparo e detenzione di armi da guerra, dopo aver sovato quattro diversi covi in cui era nascosta una vera e propria Santa Barbara.

I quattro romani, di età compresa tra 39 e 54 anni, sono titolari di un’azienda che gestiva e noleggiava materiale per uso cinematografico. Ma nei quattro depositi individuati dagli agenti, situati tra Roma, Pomezia e Monte Porzio Catone, c’erano 47 armi perfettamente funionanti, di cui sette da guerra. Le armi e i depositi sono stati posti sotto sequestro.

CONTINUA A LEGGERE DELLA ARMI DA GUERRA SEQUESTRATE, CLICCA SULLA FRECCIA

Complessivamente, tra le armi comuni da sparo sono state sequestrati 5 revolver, 22 pistole semiautomatiche, 9 fucili e 3 carabine. Altre 3 pistole semiautomatiche e 4 fucili mitragliatori figurano invece tra quelle classificate come armi da guerra. Tra le armi sequestrate anche alcune del tipo in uso alle Forze di polizia e del tipo “ex ordinanza”, cioè armi che sono state in dotazione delle Forze dell’ordine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori