CRONACA/ Imprenditore ucciso al centro di Roma. Nella borsa trovato un assegno da 100 mila euro

Roberto Ceccarelli, 45 anni, è stato ucciso con due colpi di pistola nel quartiere Prati a Roma. L’uomo, con precedenti penali, aveva nella borsa un assegno da 100 mila euro

10.04.2011 - La Redazione
VOLANTER400
Roberto Ceccarelli è stato ucciso nel quartiere Prati a Roma

OMICIDIO ROMA – UCCISO CON DUE COLPI DI PISTOLA IN CENTRO – Due colpi di pistola, di cui uno alla testa, hanno ucciso Roberto Ceccarelli, 45 anni, imprenditore romano.  Un’esecuzione in piena regola, avvenuta intorno alle 20.30 di venerdì, nel quartiere Prati di Roma.
L’uomo si trovava in Via Col di Lana, proprio di fronte allo storico Teatro delle Vittorie, a due passi dal noto caffè Vanni, quando un killer, ha esploso i due colpi per poi dileguarsi lungo la strada deserta e poco illuminata. Anche le luci del teatro erano spente, lo stesso teatro che fino a qualche giorno fa ha ospitato il varietà di Rai 1 condotto da Bruno Vespa e Pippo Baudo per celebrare i 150 anni dell’unità d’Italia. Nessun testimone ha assistito alla scena, nonostante qualcuno abbia sentito il rumore degli spari, per poi dare l’allarme. Ceccarelli era già noto alle Forze dell’ordine: l’uomo aveva precedenti penali per ricettazione, truffa, riciclaggio di denaro e reati finanziari. Si sta guardando appunto al passato del quarantenne per capire il motivo dell’ omicidio.

Nella sua borsa, insieme a vari documenti, è stato anche trovato un assegno circolare di 100 mila euro, non toccato dal killer. La polizia ha chiuso la strada per poter fare i dovuti rilievi. Anche l’auto dell’uomo, trovata parcheggiata all’incrocio con via di Monte Zebio, è stata analizzata dalla Polizia Scientifica. Sul posto sono accorsi immediatamente il figlio dell’imprenditore ed il suo socio in affari.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori