GUZZANTI CONTRO CAPEZZONE/ Video, Roma scontro all’ex Cinema Palazzo

- La Redazione

Insulti, urla, spintoni alla conferenza stampa per la sala cinematografica di san Lorenzo a Roma che si vuole trasformare in sala giochi. Protagonisti Capezzone e Sabina Guzzanti

capezzone_R400
Immagine d'archivio

Daniele Capezzone contro Sabina Guzzanti, insulti e spintoni. E’ successo a Roma durante la conferenza stampa che si teneva all’Hotel Nazionale a proposito della sala cinematografica di san Lorenzo in piazza Sanniti, che rischia di essere trasformata in una sala giochi. Il vecchio Cinema Palazzo da tre mesi è occupato per impedire appunto che si proceda all’installazione della nuova sala giochi. Tra chi guida l’occupazione l’attrice Sabina Guizzanti, mentre alla conferenza stampa, in qualità di rappresentante della società Camene concessionaria del palazzo, il portavoce del Pdl Capezzone. Sabina Guzzanti stava dicendo che una sala giochi, anzi un casinò, vicino a una università è illegale. Capezzone ha cercato di chiederle in qualità di quale rappresentanza lei, la Guzzanti occupasse illegalmente i locali in questione, ma l’attrice ha cominciato a urlare cercando di interromperlo. Capezzone le ha detto che questa scena verrà ricordata quando  la signroa  Guzzanti in futuro avrebbe parlato di legalità, essendo una occupante illegale. Poi l’ha apostrofata così: “Noi ci occupiamo di posti di lavoro, non di attrici miliardarie” al che lei ha risposto con “ladri”. Immediatamente si è trasceso: spinte, qualche schiaffone, poi l’arrivo dei carabinieri che hanno identificato tutti i presenti e hanno portato all’esterno del palazzo la Guzzanti. La quale ha così commentato: “Questa è la cultura della destra fatta di sala giochi e slot machine. E aprendo una bisca si rischia di dare una mano alla criminalità organizzata”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori