DANIELE FULLI/ Ritrovato il corpo del giovane gay torturato e ucciso. Prime ipotesi sulla morte

- La Redazione

Torturato e forse anche violentato prima di essere ucciso: ecco le prime ipotesi sulla morte di Daniele Fulli, il giovane che era scomparso a Roma sabato scorso

ambulanza_incidente_poliziaR439
Immagine di archivio

E’ stato ritrovato ieri pomeriggio purtroppo morto Daniele Fulli, il giovane scomparso a Roma sabato scorso. Il cadavere è stato rinvenuto in una zona di campagna vicino al viadotto della Magliana: era immerso in una boscaglia e per recuperarlo si sono dovuti calare diversi vigili del fuoco. Dai primi esami al momento del ritrovamento sul corpo sono stati trovati due fori che potrebbero essere di proiettile, uno dietro alla nuca e un altro all’inguine. Fulli era stato compagno di un gay morto suicida lo scorso novembre, Simone. Sempre dalle prime indiscrezioni sembra che il Fulli sia stato seviziato prima di morire e anche che sia stato ucciso in un luogo diverso e poi il suo corpo gettato tra i rovi. Potrebbe anche essere stato vittima di uno stupro. L’autopsia completa viene effettuata oggi, sembra che la morte sia avvenuta tra lunedì o domenica notte. Le ipotesi possono essere due: o è stato ucciso da un maniaco sessuale o da qualcuno che ce l’aveva particolarmente con lui per motivi ancora del tutto ignoti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori