BIMBO NATO E MAI TROVATO/ Roma, ex fidanzati a processo per infanticidio e occultamento di cadavere

- La Redazione

Il 18 novembre del 2012 una ragazza si presentò al pronto soccorso dell’ospedale di Cassino per un’infezione da parto, ma il bambino non è stato mai trovato.

giustizia_tribunale_leggeR439
Immagini di repertorio (Infophoto)

Il 18 novembre del 2012 una ragazza si presentò al pronto soccorso dell’ospedale di Cassino per un’infezione da parto, ma il bambino non è stato mai trovato. Sarà processata, insieme al suo ex fidanzato, per infanticidio e occultamento di cadavere. Entrambi 23enni, lui di Piedimonte San Germano, lei di Pico, nel frusinate, sono stati rinviati a giudizio e il processo si aprirà il 16 marzo 2015, come ha prescritto il Gup di Cassino Donatella Perna. Le indagini sono state avviate dai carabinieri, dopo il ricovero al pronto soccorso, in quell’occasione i militari hanno sequestrato la cartella clinica. Poi alla coppia sono stati sequestrati i computer e i telefonini. Il ragazzo è difeso dagli avvocati Sandro Salera e Paolo Marando, mentre la giovane dai legali Velio Di Rezze e Sandro D’Anella. (Serena Marotta)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori