SCIOPERO MEZZI ROMA / Atac e trasporti Tpl, protesta finita: bus, tram e metro viaggiano regolarmente (venerdì 12 dicembre 2014)

- La Redazione

Sciopero mezzi Roma, oggi anche nella capitale la protesta indetta da Cgil e Uil che mette a rischio i mezzi pubblici (bus, tram, metro) e le linee ferroviarie cittadine: info e orari

bus_fermata_r439
Immagini di repertorio (Infophoto)

Sciopero finito a Roma, dove l’agitazione di oggi si è svolta fino alle ore 17. Atac fa sapere su Twitter che le linee della metropolitana viaggiano regolarmente e che anche la circolazione di superficie (bus e tram) sta tornando alla normalità. Alta l’adesione allo sciopero che fino alle 17 ha provocato la chiusura di tutte le linee della metropolitana romana (A, B e C) e forti rallentamenti del trasporto pubblico. Fino alle 17 sono rimaste chiuse anche le ferrovie Termini-Giardinetti e Roma-Lido, mentre la Roma-Viterbo ha viaggiato a regime ridotto. Conclusa l’agitazione e terminate le manifestazioni in programma, la situazione in città sta adesso tornando regolare.

Un ulteriore aggiornamento rispetto ai mezzi che oggi aderiranno allo sciopero generale indetto dai sindacati e che coinvolge anche molte compagnie di trasporto pubblico: la segreteria nazionale dell’agenzia Cotral, a Roma – che si occupa dei trasporti al di fuori dell’area urbana della capitale -, ha reso noto che nella giornata di oggi, venerdì 12 dicembre 2014, i servizi automobilistici saranno sospesi dalle 9.00 alle 17.00. Inoltre, viene comunicato che sono inclusi nello sciopero tutto il personale di movimento (gli autisti dei mezzi), i lavoratori dei servizi interni, degli uffici in sede, e anche il personale della trazione e degli impianti fissi. Rimangono esclusi invece portieri e guardiani degli edifici, nonché gli addetti ai centralini telefonici per garantire qualsiasi comunicazione. Dalle 9.00 di questa mattina fino alle 17.00, dunque, non sarà dunque possibile spostarsi sui mezzi pubblici Cotral e raggiungere le zone extraurbane di Roma.

I movimenti per il diritto alla Casa hanno occupato a Roma un edificio di via Cisalpino 12, confiscato alla mafia e gestito dal Comune, in zona Policlinico Umberto I. Dall’edificio gli occupanti hanno lanciato in strada delle bombe carta. Le forze dell’ordine in tenuta antisommossa sono intervenuti nello stabile e all’esterno per respingere i manifestanti. Il blitz all’interno del palazzo ha portato al fermo di tre persone. Al primo piano dello stabile sono stati rotti i vetri di una finestra. Nel frattempo, alcuni manifestanti si sono radunati in piazza Galeno e hanno esposto una striscione: “Milano resiste Roma insiste”, bloccando il traffico della piazza. Intanto sarebbero una decina gli stranieri all’interno del palazzo.

Nella giornata di oggi, in occasione dello sciopero generale nazionale del trasporto pubblico indetto dalle ore 9 alle 17 dalle sigle Filt Cgil, Uiltrasporti, Orsa Tpl, Ugl autoferrotranvieri, il Comune di Roma fa sapere che per agevolare la mobilità durante la protesta, “i varchi delle Ztl diurne del Centro e di Trastevere non sono attivi consentendo il transito anche ai veicoli non autorizzati. Regolarmente in vigore, invece, la Ztl A1 del Tridente”. Atac comunica invece che le otto ore di agitazione coinvolgono l’intera rete di trasporto Atac: bus e tram sono al momento attivi con riduzione delle corse, mentre risultano chiuse tutte le linee metro (A, B-B1 e C) e le ferrovie Termini-Giardinetti e Roma-Lido. Infine la Roma-Viterbo funziona a regime ridotto.

Nelle stesse ore dello sciopero generale, a Roma sono previsti due cortei che attraverseranno le strade del centro. Dalle 9 alle 14 si terrà la manifestazione da piazza di Porta San Paolo a piazza Bernardino da Feltre: l’Agenzia per la Mobilità della capitale fa sapere che sono previsti circa tremila partecipanti che percorreranno via Marmorata, piazza dell’Emporio, ponte Sublicio, piazza di Porta Portese, via Induno e viale Trastevere. Potranno quindi verificarsi deviazioni o limitazioni di percorso per le linee H, 3, 8, 23, 30, 44, 75, 83, 115, 118, 125, 170, 280, 673, 715, 716, 719, 769, 780 e 781. Sempre dalle 9 alle 14, un corteo indetto dalla Cgil Roma e Lazio da piazza dell’Esquilino (area pedonale lato obelisco) raggiungerà piazza Santi Apostoli, dopo aver percorso via Cavour, piazza Madonna di Loreto, piazza Venezia e via Cesare Battisti. Durante la manifestazione sono previste temporanee chiusure al traffico delle strade e anche in questo caso, se già non sospese per lo sciopero, deviazioni o limitazioni potranno interessare le linee bus H, 16, 30, 40, 44, 46, 51, 60, 62, 63, 64, 70, 71, 75, 80, 81, 83, 85, 87, 117, 160, 170, 360, 492, 628, 649, 714, 715, 716, 780, 781, 810, 916.

Ha preso il via alle 9 di oggi a Roma lo sciopero generale nazionale del trasporto pubblico, indetto dalle sigle Filt Cgil, Uiltrasporti, Orsa Tpl, Ugl autoferrotranvieri. Dalle 9 alle 17 sarà a rischio l’intera rete di trasporto Atac, in particolare le corse di autobus, tram, filobus, metropolitane e ferrovie. E’ Atac a far sapere che al momento risultano chiuse tutte le linee della metropolitana (A, B e C) come anche la Roma-Lido e la Termini-Giardinetti. Ancora aperta la Roma-Viterbo, ma con “possibili cancellazioni di corse per adesione allo sciopero”. Si ricorda inoltre che nella giornata di oggi è in programma anche l’agitazione di 8 ore, sempre dalle 9 alle 17, indetta dalle sigle sindacali FILT CGIL, UILtrasporti, UGL autoferrotranvieri in Roma Tpl, che gestisce alcuni collegamenti bus della periferia. Inoltre, sempre in Roma Tpl è stato indetto uno sciopero di 4 ore, dalle ore 9 alle 13, dalla sigla Ugl.

Sarà un venerdì di disagi a Roma per lo sciopero generale indetto dai sindacati contro il Jobs Act del governo Renzi, ma anche per la protesta degli operatori dell’Ama. Roma si fermerà con disagi per i pendolari. “Bloccheremo Roma”, così ha detto ieri mattina nel corso di una conferenza alla sede Uil di via Cavour Piepaolo Bombardieri, segretario generale Uil Roma e Lazio. Sarà, dice Bombardieri “un corteo colorato, una mobilitazione che vuole dare fiducia e speranza ai lavoratori in difficoltà”. Settanta i pullman provenienti da tutto il Lazio con le persone che aderiranno alla manifestazione che inizierà alle 9.30 da piazza dell’Esquilino e si concentrerà in piazza Santi Apostoli alle 11.30. E’ prevista la partecipazione di 3.500 lavoratori. Al corteo sfileranno inoltre anche i mezzi rappresentativi delle categorie coinvolte, un trattore e un’ambulanza. Si tratta di “una delle più grandi manifestazioni mai fatte sul territorio, in stretta connessione con le istanze e i temi dello sciopero generale che speriamo servirà a far ripartire il Paese”, dicono i segretari. (Serena Marotta)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori