Roncone vs De Manzoni, lite in tv/ “Deliri, cosa dici? Ti devi svegliare meglio!”

- Davide Giancristofaro Alberti

Scontro in diretta tv a Coffee Break fra i due giornalisti Fabrizio Roncone e Massimo De Manzoni: i due hanno battibeccato sul tampone e le cure per il covid

roncono de manzoni coffeeBreak 2021 640x300
Roncone vs De Manzoni, scontro a Coffee Break

Acceso dibattito stamane in diretta televisiva durante il programma di La7, Coffee Break. In studio vi è il giornalista del corriere della Sera, Fabrizio Roncone, mentre in collegamento vi è il collega de la Verità, Massimo De Manzoni. Quest’ultimo denuncia il fatto che il tampone sembrerebbe essere più “importante” del vaccino: “Tu hai fatto un tampone per entrare nello studio”, si rivolge a Ronconi che poi ribatte: “Abbi pazienza, non puoi dire quello che ti passa per la testa, diciamo la verità cosa? Ma cosa stai dicendo”.

“Tu la mattina – ha continuato Ronconi – devi fare una cosa, ti devi svegliare in modo diverso perchè stamattina ti sei svegliato malissimo, ma te lo dico con affetto, tu sei in pieno delirio, stai dicendo che noi siamo entrati qui… io ho il green pass e all’ingresso di questo studio mi hanno chiesto di esibire il green pass, io non ho fatti tamponi, non puoi inventarti delle cose, ricordati che sei anche un giornalista innanzitutto, sei un giornalista non inventarti le cose”, ma Roncone controbatte: “In altri studi televisivi fanno il tampone anche”. A placare gli animi ci ha pensato il conduttore Andrea Pancani, che ha fatto chiarezza: “Per entrare a La7 in alcuni studi televisivi, chiedono il tampone, qui è sufficiente avere il green pass, così lo diciamo”.

RONCONE VS DE MANZONI, SCONTRO IN TV SUI FARMACI PER CURARE IL COVID

I due colleghi giornalisti hanno battibeccato anche sui farmaci utilizzati per curare il covid, e a riguardo Fabrizio Roncone, sempre rivolgendosi a De Manzoni, attacca: “Io non ho capito cosa stai dicendo da un quarto d’ora è che il vaccino non è risolutivo e servirebbe la cura, spiegaci io non la conosco, ci stai dando la notizia planetaria”. L’interlocutore ha replicato: “Ci sono sperimentazioni, come quelle dell’istituto Mario Negri, non dire sciocchezze lo sanno tutti… ci sono farmaci già a disposizione, farmaci antiinfiammatori non steroidei, cortisone in certe situazione quando serve…”.

“Se ascoltaste ogni tanto – ha proseguito – invece di aver sempre pregiudizio, ho detto che le linee guida del ministero sono ferme alla tachipirina e vigile attesa, il ministero non ha accettato neanche queste evidenze scientifiche e non ha accettato queste linee guida”. Pancani interviene nuovamente per fare da ‘paciere’: “Una scuola di pensiero legittima dice che si è puntato tutto sul vaccino e non su altre cure”, al che Ronconi ha replicato: “Ma in tutto il mondo è cos”, ma De Manzoni non ci sta: “Non in tutto il mondo perchè è vero che abbiamo più morti degli altri, forse non sarebbe successo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA