Rosamunde Pilcher: La lettera/ Su Canale 5 il film di Marco Serafini

- Matteo Fantozzi

Rosamunde Pilcher La lettera in onda su Canale 5 oggi, 29 luglio, dalle 16.45. Nel cast Gaby Dohm. Tutto quello che c’è da sapere sul film trasmesso questo pomeriggio.

rosamunde pilcher lettera 2019 film 640x300

Il film Rosamunde Pilcher: La lettera è stato girato in Cornovaglia, ed è un peccato perdersi i bei paesaggi e la cornice avvincente che l’avvolge. La trama è originale e attrae emotivamente lo spettatore, trascinandolo nella storia. Le brillanti interpretazioni degli attori completa il quadro. – La lettera – è una pellicola piacevole, curata nella fotografia, sicuramente il migliore film del ciclo Rosamunde Pilcher: un gradevole regalo estivo per i più romantici. Nonostante si tratti di un film legato a un ciclo televisivo è un’opera davvero di grande spessore tecnico e che riesce a regalare al pubblico degli spunti morali non di poco tempo. Serve dunque la possibilità di trovarci di fronte a un racconto che regala alcune situazioni molto interessanti sotto diversi punti di vista.

Rosamunde Pilcher: La lettera, il cast del film

Rosamunde Pilcher: La lettera sarà trasmesso da Canale 5 oggi, giovedì 29 luglio 2021, a partire dalle ore 16.45. La rete ammiraglia di Mediaset ci propone un film della serie diretto da Marco Serafini con Zoe Moore che a quanto pare leggendo la sua biografia è l’unico film che abbia interpretato, mentre l’altro protagonista, Philipp Danne in dodici anni di carriera ha recitato in quattro film. Nel cast figura anche Gaby Dohm che ha lavorato in altri film sentimentali appartenenti allo stesso filone televisivo e ricordiamo – Inga Lindstrom: Scelta d’amore – e – Inga Lindstrom: Mia e le sue sorelle -. Il film è uscito nel 2016 distribuito da ZDF, come prodotto televisivo.

Rosamunde Pilcher La lettera, la trama del film

E ora leggiamo la trama di Rosamunde Pilcher La lettera. Lilly è una giovane giornalista con tanti sogni da realizzare, all’improvviso la sua esistenza viene turbata dalla morte improvvisa del padre. La ragazza è obbligata a tornare in Cornovaglia, nella sua casa, per partecipare al funerale del genitore e portare a termine alcune pratiche burocratiche. All’apertura del testamento, Lilly è consapevole di essere l’erede di un’enorme ricchezza che riguarda casa, denaro e la rivista Country Lady dove lei vorrebbe prendere la direzione. Ma nulla di tutto questo si avvera, perché la realtà le mostra un altro finale: Lilly non è la figlia biologica del deceduto pertanto non ha diritto a nulla.

Nonostante tutto la matrigna Nora, le riconosce una somma di un milione di sterline, la possibilità di vivere nella villa padronale e l’opportunità di lavorare nella rivista occupandosi de “La posta del cuore” diventandone redattrice. La ragazza rinuncia ai soldi, e accetta volentieri l’impego. Aiutata dalla sua amica Gwineth, Lilly dedica ogni attimo della sua giornata al magazine, rispondendo alle lettere di chi le chiede consiglio per risolvere qualche problema sentimentale.

Un giorno tra le tante lettere accatastate sulla scrivania, ne trova una di vecchia data, appartiene a Grace, una donna americana che le chiede di ritrovare l’amore della sua vita David, conosciuto in Inghilterra nel periodo in cui viveva lì. Mentre è occupata a portare a termine tutte le ricerche per ritrovare l’uomo, Lilly finisce per innamorarsi del nipote di Grace. Quello che alla ragazza sfugge è che questa nuova conoscenza potrà aiutarla a scoprire tante verità che riguardano il suo passato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA