Rosanna Fratello a Eleonora Daniele/ “La tua pancia è stupenda come te, bella tonda”

- Davide Giancristofaro Alberti

Rosanna Fratello ha voluto fare i complimenti ad Eleonora Daniele per la sua pancia, vista la gravidanza ormai agli sgoccioli

rosanna fratello domenica in
Rosanna Fratello, Domenica In
Pubblicità

Rosanna Fratello è stata in collegamento con Storie Italiane su Rai Uno. L’apertura della chiacchierata, la nota cantante, l’ha voluta dedicare alla conduttrice Eleonora Daniele, in dolce attesa: “Sei stupenda – le parole della cantante di “Sono una donna non sono una santa” – la tua pancia è uguale e identica a quella che avevo io, quando avevo partorito, era una femmina, una pancia tonda, bellissima, complimenti”. La Fratello ha quindi parlato del progetto a cui ha preso parte, ‘Artisti uniti con i medici’, una serie di volti noti del mondo dello spettacolo come ad esempio i Jalisse, Gatto Panceri, Haiducii, Pino Campagna, Stefania Orlando e molti altri, che hanno riproposto “Il mio canto libero”, in favore dei medici e degli infermieri che stanno lottando da mesi contro il coronavirus. “E’ un progetto che ha ideato Wanda Fisher – ha spiegato al Fratello a riguardo – mi ha detto di dare la mia voce a questa cosa e devo dire che è stato bellissimo, speriamo di dare un senso concreto se la gente vorrà”.

Pubblicità

ROSANNA FRATELLO: “FU MARA MAIONCHI A CONSIGLIARMI DI…”

Roberto Alessi, anch’egli in collegamento, ha quindi ricordato come sia stata la grande Mara Maionchi, giudice di X Factor e Italia’s Got Talent, ma anche nota talent scout musicale, a consigliare alla Fratello di cantare “Sono una donna non sono una santa”, nonostante lei non volesse portarla sul palco: “Mara Maionchi – ha replicato la Fratello – mi ha proprio contagiata”. Poche settimane fa, parlando sempre dello stesso argomento ai microfoni di Oggi, aveva svelato: “Disse: “Stai scherzando? Tu non capisci… sei troppo giovane. Questa canzone la vorranno ascoltare anche tra mille anni”. Piano piano mi sono lasciata convincere. Le ragazze scrivevano: “È una canzone che ti fa onore”, “Le donne devono essere tutte unite”. Mi chiedevano consulti sul fidanzato, all’epoca il pubblico scriveva molto agli artisti. Una volta un mio ammiratore è perfino finito in galera, dopo una rissa nata perché altri insinuavano che cantassi in playback”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità