ROSY ABATE 2/ Anticipazioni 12 luglio: l’arresto di Leonardo (Replica)

- Morgan K. Barraco

Rosy Abate 2, anticipazioni 12 luglio 2020, in replica su Canale 5. Costello commissiona l’omicidio di Rosy mandando un sicario e Leonardo viene incarcerato.

Rosy Abate min
Rosy Abate, Giulia Michelini

L‘arresto di Leonardo sarà al centro della puntata di Rosy Abate 2Questione di famiglia” in onda in replica stasera su Canale 5. Sarà Costello a farlo fermare dagli uomini di Gagliardi. Il ragazzo dirà la verità a sua madre e cioè che non è colpevole dell’omicidio della povera Nadia. La situazione in un primo momento sembrerà essersi risolta in bene fino a quando il ragazzo non sarà fermato definitivamente. Sarà una videoregistrazione a scagionare lo stesso Leonardo, questo perché si scoprirà all’improvviso la verità su chi è l’assassino di Nadia. Ad ucciderla è stato proprio Costello, premendo alla fine il grilletto e lasciando tutti senza parole. In questa puntata anche Rosy è stata a rischio, con la sua vita che è stata messa in serio pericolo da Costello addirittura pronto a obbligare il figlio a ucciderla. Sarà lo stesso ragazzo a lasciarla andare facendole praticamente da scudo con il suo corpo. (agg. di Matteo Fantozzi)

UN SICARIO PER UCCIDERE…

La protagonista di Rosy Abate 2, interpretata da Giulia Michelini, si troverà ancora una volta a rischio. La donna infatti è stata messa sotto il mirino da un sicario inviato direttamente da Costello. Sarà decisivo l’intervento di Luca, in grado di farlo spaventare e metterlo in fuga. Perderà la vita però l’amico di Leonardo, Ciro Gargiulo, in uno scontro ad armi spianate tra gli uomini di Barone e quelli di Costello stesso. Il tentativo poi della stessa Rosy con Costello, che aveva dato mandato per il suo omicidio, di liberare Leonardo risulta vano. Deciderà così di entrare nella Santa Alleanza per provare a vendicarsi. Tenterà di uccidere Costello stesso, al diciottesimo compleanno di Nina, subendo però una pesante ferita dallo stesso. Insomma ancora una volta ci saranno grandissimi colpi di scena con fuoco e fiamme oltre a dei momenti di altissima tensione. (agg. di Matteo Fantozzi)

ROSY ABATE 2 ANTICIPAZIONI DEL 12 LUGLIO 2020

Nella prima serata di Canale 5 di oggi, domenica 12 luglio 2020, andrà in onda una nuova puntata in replica di Rosy Abate 2. Sarà il terzo, dal titolo “Questione di famiglia“.

EPISODIO 3, “QUESTIONI DI FAMIGLIA” – Costello è ormai sul piede di guerra e vuole che Rosy venga uccisa. L’ex mafiosa non intende però rimanere con le mani in mano e continua il suo piano di fuga. Il pensiero del figlio, ormai lasciato solo, però la tormenta. Così decide di tornare indietro, anche per evitare che la Polizia possa incastrarlo per l’omicidio di Nadia. Nel frattempo, Costello continua ad avere Leo in pugno e ad usarlo come suo scagnozzo. Il ragazzo sceglierà inoltre di non credere alla madre, quando scoprirà che è in pericolo. Preferirà invece chiede a Costello la sua verità e finirà per credergli. Quando Rosy deciderà di affrontare di nuovo il camorrista a viso aperto, metterà a rischio anche la vita del figlio.

ROSY ABATE 2, DOVE SIAMO RIMASTI

Ecco dove siamo arrivati la scorsa settimana nella fiction Rosy Abate 2: Luca (Mario Sgueglia) collega lo scooter di Leo (Vittorio Magazzù) al delitto di Nadia (Daniela Virgilio) e alla scena del crimine. Intanto, Rosy (Giulia Michelini) riceve nuove avances dal suo capo e decide di mostrargli la sua natura di Regina di Palermo. Dopo aver scoperto che cosa sta succedendo al figlio, Rosy si lascia convincere da Regina (Paola Michelini) a confessare il delitto della poliziotta. Leo però chiede l’intervento di Costello (Davide Devenuto), che riesce a far uscire l’ex mafiosa dalla Centrale. Una volta a casa, madre e figlio litigano ancora: Leo fa ancora uso di droga e i due fanno un patto. Costello nel frattempo fa delle nuove pressioni al ragazzo, imponendogli di dare un avvertimento al Barone. Poi invita Rosy a cena e cerca di sedurla con ogni mezzo. Dopo una serata piacevole, il camorrista fa un nuovo invito a Rosy: vorrebbe che facessero una gita in barca con i rispettivi ragazzi. Ciro (Giovanni Amura) invece convince Leo a farlo entrare nel giro di Costello e decide di lasciare il lavoro in officina.

Durante il viaggio in barca, Nina confessa a Leo che lei e il padre non solo più saliti a bordo del mezzo dalla morte di sua madre. Intanto, Luca continua ad indagare su Rosy e chiede il permesso di interrogarla, ma il Commissario si rifiuta di accettarlo. Dopo aver scoperto che Costello vuole uscire dalla Santa Alleanza, la Regina e il camorrista si baciano. Leonardo invece è vittima dei suoi incubi in cui rivede la morte di Nadia, uccisa in realtà da Costello. Nonostante le promesse fatte alla madre, il ragazzo cede di nuovo al fascino della droga. Nina però si sente male e Leo decide di portarla a casa, dove è Rosy a prendere in mano la situazione. La donna informa poi Luca di quanto scoperto da Costello: è in affari con i siciliani e accetta di tendergli una trappola. Durante l’incontro, Costello mangia la foglia e decide di non presentarsi sul posto, mandando a monte l’acquisto delle armi. Rosy però agisce per conto suo con l’aiuto di Regina e impone al camorrista di darle tutti i soldi destinati allo scambio. Poi cerca di convincere Leo a fuggire con lei, ma il ragazzo riporta il malloppo al padre di Nina. In seguito, Costello chiede al Commissario di uccidere la Regina di Palermo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA