Sabrina Paravicini e il tumore/ Intervento al seno, il figlio Nino:”Mamma hai paura?”

- Dario D'Angelo

Sabrina Paravicini, l’attrice che lotta contro il tumore, e il dialogo con il figlio Nino con la sindrome di Asperger in vista dell’operazione al seno.

sabrina paravicini instagram
Sabrina Paravicini, Instagram

La lotta contro il tumore di Sabrina Paravicini, attrice nota al grande pubblico soprattutto per il suo ruolo nella fiction “Un medico in famiglia”, viene testimoniata giorno dopo giorno sui suoi canali social. L’ultimo post pubblicato su Instagram vede protagonista Nino, il figlio con la sindrome di Asperger per il quale la donna ha deciso di mettere da parte la propria carriera. E’ un dialogo tra madre e figlio, alla vigilia di un momento importante nell’iter che – è la speranza – dovrà portare la Paravicini alla completa guarigione. Una domanda semplice, eppure spiazzante da parte del ragazzino, suscita in Sabrina una consapevolezza piena, e allo stesso tempo rassicurante:”‘HAI PAURA? ‘Hai paura mamma?’ Ci penso un paio di secondi, penso che se fossi sola, se non ci fosse Nino avrei davvero paura, ma con lui accanto onestamente se ci penso bene non ne ho”.

Sabrina Paravicini e il dialogo col figlio Nino

La risposta che Sabrina Paravicini dà al suo Nino è la seguente:”No amore, non ho paura, ho un po’ di ansia e un po’ di dispiacere perché mi toglieranno tutto il seno sinistro”. Il figlio va dritto al punto, non si perde in preamboli:”Per il tumore?”. E la mamma ammette:”Si per essere sicuri che non torni più”. Con semplicità disarmante, Nino commenta:”Ti sgonfieranno”. E mamma Sabrina conferma:”Si, ma poi mi rimettono tutto a posto, mi rigonfiano”. Questo dialogo schietto si esaurisce con una di quelle frasi che riempiono il cuore, che danno il senso della vita. E a pronunciarla è proprio Nino:”Sei la mia luce mamma”. Sabrina Paravicini non può che trarre forza, continuare a combattere per non spegnersi. Per sé e il proprio figlio. Ecco perché commenta:”Fin qui tutto bene”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA