Sainz jr avverte Leclerc/ Ferrari, lo spagnolo: “Non ho firmato come seconda guida”

- Michela Colombo

Carlos Sainz jr avverte Leclerc: il pilota spagnolo, alla Ferrari dal 2021 non pare intimorito dalla concorrenza col monegasco: “Non ho firmato come seconda guida”.

carlos sainz jr mclaren lapresse 2019
Carlos Sainz Jr nuovo pilota della Ferrari dal 2021 (LaPresse)

Tra circa un mesetto la stagione 2020 della Formula 1 post emergenza coronavirus aprirà i battenti, ma in casa Ferrari lo sguardo è già rivolto alla stagione 2021, che si annuncia davvero scoppiettante. Come è noto a fine del campionato 2020 della F1 la scuderia di Maranello saluterà Sebastian Vettel, pronta ad accogliere tra le sue braccia Carlos Sainz jr, pilota ufficiale al fianco di Charles Leclerc a partire dalla prossima stagione. E già tra i due si annunciano scintille in pista, più che tra i box: i due giovani talenti della Formula 1 vogliono dare il massimo e riportare il cavallino rampante alla gloria che merita. E se per gli allori, Leclerc pare sempre il “predestinato” numero 1, ecco che pur lo spagnolo, figlio d’arte (suo padre è Carlos Sainz, vincitore della Dakar 2019), non ha intenzione di salire al volate della rossa per fare da comprimario. Anzi, ai microfoni di Radio Marca, Carlos Sainz jr ha voluto in tal senso lanciare un avvertimento a Leclerc: “Non ho firmato niente che mi stabilisca nella posizione di seconda guida. Nel mio contratto (con la rossa, ndr) c’è scritto, come in tutti quelli che ho sottoscritto, che il team sta sopra al pilota, però non c’è nulla a proposito di ‘secondo’ o appoggio a qualcun altro. Ciò che so è che darò tutto per la Ferrari”.

SAINZ JR: “SITUAZIONE COMPLICATA CON LECLERC? SCEGLIERO’ BENE”

Nella lunga intervista concessa ovviamente per Carlos Sainz jr vi è spazio anche per altro, oltre che per confermare di voler giocarsi tutte le proprie chance al volante della Ferrari, dal 2021, non essendo assolutamente intimorito dal suo compagno di squadra. Il giovanissimi pilota spagnolo ha annunciato: “Alla Ferrari darò tutto ciò che ho per tentare di vincere e per me è uguale il colore della vettura, nel senso che tratto ogni mio collega allo stesso modo e per me sono tutti dei rivali”. “Se poi ci sarà una situazione complicata, state sicuri che prenderò la decisione giusta” le ultime parole di Sainz, sul timore, che da una sana rivalità in pista con Leclerc, possa arrivare qualche brutta sorpresa (sulla linea dello scontro tra il monegasco e Vettel al Gp del Brasile 2019). E nell’intervista, dopo essersi detto impaziente di arrivare in Austria per dare i via alla stagione 2020 della Formula 1 (l’ultima con la McLaren prima del passaggio alla Ferrari), pure vi è spazio per un’ultima battuta sul contratto firmato con la scuderia di Maranello: “Mi ha mandato solo quello e potete immaginare il sorriso che avevo quando l’ho firmato. Non ho guardato se c’era una postilla per avere uno sconto per l’acquisto di una Ferrari. Vedremo, ne parleremo quando sarò a Maranello”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA