BAMBINI TRANSGENDER/ Più di 800 ragazzini dai 10 anni in su stanno cambiando sesso grazie alla Sanità inglese

- Paolo Vites

Nel Regno Unito è possibile sottoporrsi al trattamento per cambiare sesso din dai 10 anni di età, questo ha permeso ai richiedenti di crescere notevolmente di numero

trans_lgbt_gay_gender_diritti_civili_lapresse_2017
(LaPresse)

“Se non mi avessero dato le medicine per cambiare sesso mi sarei uccisa” dice Llyr, una ragazzina inglese come riporta oggi in un ampio servizio il Daily Mail. Nata maschio, ha cominciato a vivere come una ragazza dall’età di 15 anni. Da tempo il servizio sanitario inglese ha reso disponibile a chiunque ne faccia richiesta una cura che blocca lo sviluppo della pubertà, permettendo così a bambini anche di 10 anni di cambiare il sesso con cui sono nati. Fino al 2004 l’età minima era di 16 anni, da allora si può cominciare anche a 10 anni. Di questi solo 600 a Londra, altri 200 sono in trattamento presso una clinica di Leeds. Di questi 800, 230 sono minori di 14 anni. La cura è stata ideata per tutti coloro che, ancora bambini e quindi non ancora del tutto sviluppati sessualmente, “sono convinti di essere nati nel corpo sbagliato”. Possono quindi interrompere chimicamente lo sviluppo sessuale del proprio corpo e intraprenderne il cambiamento. Si tratta di potenti iniezioni di ormoni per fermare lo sviluppo degli organi sessuali, del seno, dei peli sul corpo, rendendo così molto più facile per i medici operare chirurgicamente più avanti con l’età, esattamente a 18 anni, l’età prevista dalle legge inglese per questo tipo di operazioni.

Quella che sembra la creazione di una sorta di Frankestein ha creato controversie in Inghilterra, ma se il caso di Charlie Gard è stato liquidato facilmente arrendendosi alla difficoltà della malattia rara che lo aveva colpito, creare questi “esseri” non spaventa dal punto di vista medico i ricercatori che vi hanno dedicato studi, soldi e risorse pubbliche. Fino al 2004 si poteva accedere a questo trattamento medico solo dai 16 anni in su, da allora è possibile anche dai 10 anni, cosa che ha comportato un drastico aumento dei casi. Il servizio sanitario inglese ha poi proposto un decreto legge che permetta alle persone adulte di cambiare legalmente il proprio sesso senza bisogno di una diagnosi medica, nel futuro basterà una dichiarazione firmata da se stessi. Ma non mancano le polemiche, anche se poche. C’è chi infatti nel servizio sanitario fa notare che l’adolescenza è quel periodo che da sempre comporta uno stato di confusione sulla percezione del proprio io da parte dei ragazzi, è naturale e si supera con l’età. Come si può infatti pensare che un bambino di 10 anni sappia cosa significa identità sessuale tanto da volerla cambiare? Non è etico, non è morale, può trasformarsi in tragedia per il resto della vita. Ma a quanto pare i genitori di questi bambini hanno abdicato a ogni ruolo educativo a favore della cancellazione dell’Io.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori