Dieta verde, dimagrire di 2 kg in pochi giorni/ Regime a base di verdura e frutta: largo ai cibi crudi

Dieta verde, dimagrire di 2 kg in pochi giorni: il regime alimentare a base di verdura e frutta consente di perdere peso in modo naturale, specialmente dopo le festività…

26.12.2018 - Raffaele Graziano Flore
Dieta
Keto Diet, pro e contro della dieta chetogenica

Dieta verde, ecco come dimagrire di 2 kg in pochi giorni: sotto il periodo delle feste, infatti, sono diverse le proposte di regimi alimentari che aiutano non solo a “depurarsi” dopo gli eccessi di pranzi e cenoni ma anche a riacquistare velocemente, anche se in modo naturale e facendo ricorso a un menù sano, il proprio peso forma. E la suddetta dieta verde, come suggerisce il nome, rimette al centro dei pasti soprattutto frutta e verdura, meglio ancora se in versione cruda: il vantaggio, oltre a una consistente perdita di peso in un arco di tempo non necessariamente lungo (anche perché come molti altri regimi dietetici non va seguito per periodi troppo lunghi, dal momento che potrebbe causare delle nocive carenze nutritive), è che gli alimenti su cui si basa sono tutti di facilissima reperibilità e non costosi. Si va infatti da kiwi, mela verde e uva tra la frutta a broccoli, cavoletti, bietola, asparagi, cime di rape, rucola, peperoni verdi, zucchine, lattuga, fave e zucchine invece tra i vegetali e i legumi.

IN COSA CONSISTE LA DIETA VERDE?

Ma in cosa consiste la dieta verde e come si può impostare un regime alimentare, ovviamente tenendo conto che, anche come quello cosiddetto dell’astronauta che di recente sta spopolando, è sempre consigliata la supervisione di uno specialista? Innanzitutto, come detto, gli alimenti succitati possono essere in molti casi venire consumati crudi, anche per mantenere intatte alcune delle loro proprietà: uno dei capisaldi della dieta verde è che vegetali e verdure sono ricchi di due importanti antiossidanti, vale a dire clorofilla e carotenoidi. Non solo: infatti gli ortaggi si caratterizzano per un importante apporto di magnesio all’organismo (importante soprattutto nei processi metabolici che riguardano l’assorbimento degli zuccheri) e senza dimenticare l’apporto di altre sostanze e la loro azione contro i radicali liberi. Per questo motivo, premesso che viene lasciato molto spazio alla creatività e alla possibilità per ognuno di variare il “menù” e la composizione dei pasti, un esempio di dieta verde declinato in una qualsiasi giornata può prevedere una colazione a base di frutti (kiwi oppure mela verde), mentre a pranzo largo alle verdure quali lattuga e peperoni mentre ovviamente gli spinaci vanno serviti cotti, ma non è escluso che altri ortaggi possano essere preparati alla griglia; infine, alla sera di può abbinare al classico contorno di lattuga o insalata a del pesce. E per spuntini e fuori orario? Largo alle più classiche spremute, a frullati o a veri e propri centrifugati di verdure verdi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA