Dieta lampo per perdere 2 kg prima di Capodanno/ Obiettivo farsi trovare pronti per il Cenone!

Dieta sana, i 5 consigli dell’Oms da applicare subito. Sale e zuccheri al minimo, vietato l’uso di alcol. Tutti i suggerimenti per una vita migliore

27.12.2018, agg. il 28.12.2018 alle 23:40 - Matteo Fantozzi
Dieta
Keto Diet, pro e contro della dieta chetogenica

Sta per arrivare il Capodanno ed è quindi il caso di sottoporsi a una dieta lampo per dimagrire due chilogrammi prima del cenone. La promessa è di perdere i 2 kg in appena tre giorni, grazie alla possibilità di abbinare un regime alimentare sano anche a una regolare attività fisica. Chi fosse impegnato e impossibilitato ad andare in palestra potrebbe camminare per 20 minuti al giorno a passo svelto o magari fare le scale invece di prendere l’ascensore. Ma cosa si deve mangiare? Si parte da una colazione con un caffè o un té senza zucchero più due fette biscottate integrali con un po’ di marmellata senza zucchero. Come spuntino sarà il momento di andare a prendersi una bella spremuta. A pranzo invece si potrà mangiare una proteina, come 150 grammi di petto di pollo, e una porzione abbondante di verdura. Come spuntino nel pomeriggio si potrà mangiare uno yogurt magro, mentre a cena si potrà mangiare un elemento vegetale, come un bel minestrone o una passata di verdure, oltre a una fetta di pane integrale. Importante è anche limitarsi nei condimenti, evitando salse e ovviamente le dannose bevande gassate. (agg. di Matteo Fantozzi)

RISO PROTAGONISTA

Tra i regimi alimentari più citati di questo post Natale c’è sicuramente la dieta del riso. Come si può ovviamente capire dal suo nome, l’alimento principale che la compone è il riso. Il regime alimentare è ipocalorico e quindi focalizzato soprattutto sul consumo di proteine. Questa è stata ideata dal tedesco Walter Kempner puntando sul fatto che il riso può saziare in maniera determinante, facendo diminuire il senso di fame durante l’arco della giornata. Il riso preferito per il regime alimentare in question e è il riso venere che è quello a più basso indice glicemico, non vengono disprezzati però anche riso basmati, rosso, integrale e selvaggio. Tra gli altri alimenti consumati all’interno di questo regime alimentare ci sono anche frutta fresca, verdura, cereali, formaggi magrissimi, petto di pollo e pesce. Ciò che va totalmente escluso dalla dieta è burro, margarina, alcol, olio e sale. (agg. di Matteo Fantozzi)

DIETA PER DIMAGRIRE RAPIDAMENTE

Le festività di Natale sono passate e quindi sono molti quelli che stanno cercando una dieta per dimagrire. L’obiettivo è quello di perdere peso rapidamente anche se ci sono di fronte gli ostacoli del Capodanno e dell’Epifania. Molti esperti convengono nel dire che non serve ora passare al digiuno, ma come sarebbe fondamentale cercare di mangiare in maniera equilibrata e sana. Sono diversi gli alimenti che nell’ultimo periodo sono stati consumati in eccesso, soprattutto dal punto di vista degli zuccheri e dei grassi. Il ritorno ad un’alimentazione basata su cibi integrali, verdura fresca, frutta ma anche proteine è l’unica soluzione. Bisogna dunque rapidamente cercare di riabituare il nostro metabolismo a quello che accadeva prima delle feste per cercare di tornare al proprio peso forma. Sono diversi i nutrizionisti che convengono infatti come la dieta migliore non sia quella che si risparmia nei giorni di festa, ma quella che porta a un’alimentazione sana nei restanti giorni dell’anno. (agg. di Matteo Fantozzi)

AL BANDO I GRASSI TRANS-IDROGENATI

Un vero e proprio vademecum per l’anno che verrà ma che torna buono anche per le festività natalizie e post, tra cenoni e abbuffate a volte al limite del pantagruelico: i consigli dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) per una dieta sana non sono rivolti solo a chi deve perdere peso ma a tutti dato che si tratta innanzitutto di indicazioni improntate al buon senso, tra cui quella di variare soprattutto la propri alimentazione in modo da integrare nell’organismo tutte le sostanze nutritive di cui ha bisogno; ovviamente la predilezione deve essere data agli alimenti integrali o comunque a più basso indice glicemico, mentre dal punto di vista degli stessi zuccheri si ribadisce come il loro consumo debba essere limitato, in special modo in relazione a quello contenuto in molte bevande in commercio e che nei bambini rappresentata uno dei principali fattori che porta all’obesità. Inoltre, l’OMS suggerisce di fare molta attenzione ai cosiddetti grassi “trans”, preferendo di gran lunga il consumo di olio di semi di soia o girasole rispetto a strutto e burro. (agg. di R. G. Flore)

RIDURRE I GRASSI E PRIORITA’ AI CEREALI

Torneranno sicuramente utili i consigli dell’Oms per affrontare una dieta sana post-feste natalizie, così da far coesistere salute e forma fisica. Una delle dritte dell’Organizzazione mondiale della sanità chiama in causa i cereali integrali, che consentono il prolungamento del senso di sazietà e sono più indicati per un regime alimentare per perdere peso. Particolarmente indicata la pasta integrale, realizzate con farine integrali che contengono il germe del grano, ovvero la sua parte più ricca. Ciò che non bisogna assolutamente fare per perdere peso è affidarsi a diete strampalate, in primis la dieta del ghiaccio: «E’ stata proposta da un gastroenterologo del New Jersey, Brian Weiner, il quale sostiene che il nostro corpo consumi energia per sciogliere il ghiaccio assunto, bruciando appunto calorie, e che a sua volta i cubetti provochino un istantaneo senso di sazietà che induce a non consumare altro cibo al di fuori dei pasti principali. «Più ne consumi, più dimagrisci» è lo slogan lanciato dallo sconosciuto medico per pubblicizzare la sua nuova scoperta scientifica, la cui efficacia naturalmente non è supportata da alcuno studio ufficiale che avvalori tale algida teoria», spiega Melania Rizzoli su Libero. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

VIETATO L’USO DI ALCOL

L’Oms, l’organizzazione mondiale della sanità, ha diffuso nelle scorse ore una sorta di vademecum per una dieta sana, cinque consigli da seguire per permettere al nostro corpo di nutrirsi in maniera benefica e salutare. Fra questi vi è un must che non passa ovviamente mai di moda, ed è quello di ridurre il consumo di alcol. Durante le festività natalizie si è di solito più propensi a bere vino, spumante, champagne e alcolici vari, ma questa non deve essere una regola bensì un’eccezione per il periodo, sempre comunque facendolo in maniera ragionata e non mettendosi poi alla guida. Per il resto dell’anno, invece, l’Oms sottolinea come non esista un consumo sicuro di alcol, visto che può rappresentare sempre un pericolo per il corpo umano, al di là del fatto di mettersi alla guida o meno, e al di là della quantità ingerita. L’alcol va evitato in maniera assoluta in gravidanza e durante l’allattamento, nonché se si lavora con macchinari pericolosi. Da non sottovalutare infine, l’effetto nocivo che potrebbe avere se combinato con dei farmaci che stiamo assumendo. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Dieta sana, i consigli per stare meglio

Le feste ci hanno portato a mangiare un po’ di più, per questo è molto importante tornare a una dieta sana. L’Oms (Organizzazione mondiale della sanità) ha dato cinque suggerimenti per stare meglio che vanno dall’utilizzo del sale all’alcool. L’obiettivo è quello di combattere possibili infezioni ed evitare dunque problemi di salute come diabete di tipo 2, obesità, ipertensione e problemi cardiaci. Al primo posto c’è l’obbligo di avere una dieta bilanciata con un mix di alimenti di base tra cui grano, mai, riso, patate, frutta, verdura, legumi e proteine di origine animale varie. E’ consigliabile poi preferire sempre i cereali integrali rispetto a quelli con farina 00. Per i classici spuntini di metà mattina o del pomeriggio si possono consumare verdure crude, arachidi, mandorle, noci non salate e frutta fresca. Tra gli obblighi ci deve essere poi quello di ridurre drasticamente il sale. La maggior parte della popolazione mondiale consuma addirittura il doppio della dose giornaliera consigliata che consiste in un cucchiaino di té. Oltre a ridurlo quando si cucina sarebbe il caso di evitare salse e condimenti che presentano molto sale al loro interno oltre agli snack già pronti come per esempio anche la frutta secca salata.

Dieta sana, ecco cinque mosse per stare meglio: come comportarsi a tavola

Sono cinque i consigli da seguire secondo l’Oms quando ci si mette a tavola per condurre una dieta sana. Sicuramente il passo più importante è quello di ridurre il sale che si consuma a tavola. Tra i consigli c’è quello di non portarlo proprio a tavola, in modo da evitare di salare ulteriormente le nostre pietanze. Inoltre sarà importante diminuire anche i grassi, soprattutto quelli che vengono considerati trans-idrogenati. Il consiglio è quello di andare a sostituire il burro con olio di semi di soia, mais o girasole, di preferire carne bianca e pesce alla rossa e di evitare la frittura prediligendo la cottura al vapore. Tra gli alimenti da ridurre al minimo c’è lo zucchero che molto spesso è nascosto anche in ciò che non ci aspettiamo come i succhi di frutta che riteniamo tanto salutari per i nostri bambini. Sarebbe meglio evitare anche energy drink e bevande gassate che contengono entrambe molto zucchero. Infine l’Oms consiglia di abolire l’alcool che non può far parte di una dieta da considerarsi sana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA