Dieta Detox: riattivare il metabolismo dopo ferragosto/ Ecco come depurare il proprio corpo con cibi sani

Dieta Detox: riattivare il metabolismo dopo ferragosto. Ecco come depurare il proprio corpo con cibi sani. Frutta di stagione, verdure, cereali e yogurt, riso e pasta integrale…

dieta della dopamina
Dieta, immagine di repertorio (Pixabay)

Se avete esagerato a Ferragosto, mangiando troppo cibo (grigliate a go go di pesce e carne e non solo), potreste iniziare fin da subito a mettervi a dieta. Come consigliato da diredonna.it, la dieta detox è forse una delle migliori per riattivare in maniera adeguata il metabolismo. Serve infatti per disintossicarsi dai cibi grassi ingeriti nelle scorse ore, ma non prevede un regime alimentario esagerato. Bisogna infatti eliminare gli alimenti “peggiori”, soffermandoci invece su quelli che depurano e alleggeriscono. Il proprio corpo è infatti dotato di un sistema naturale di disintossicazione quando ci cibiamo di cibi salutari come possono essere frutta, verdura e via discorrendo.

UN ESEMPIO DI “GIORNO DETOX”

La dieta detox si basa proprio sull’assunzione di cibi sani, e detta una serie di regole da seguire a cominciare dal bere molta acqua, e ciò è favoribile anche grazie all’ingerimento di frutta e verdura, come già consigliato sopra. Eliminare zuccheri e alcol, mentre sarebbe bene ingeire proteine e fibre, che si trovano in particolare nei cereali, nei legumi e nelle carne e pesci magre. Infine, è ben consigliato utilizzato alimenti contenti poco sodio e soprattutto, unire la dieta ad un’attività fisica che può essere una corsa, una camminata o un giro in bicicletta. Un esempio concreto di giornata con la dieta detox? Un caffè o te senza zucchero come colazione, con una fetta di pane integrale e marmellata. A pranzo, insalata di riso con verdure, o pasta integrale sempre con verdure. A cena un secondo a scelta fra carni e pesci magri, sempre con verdura. Infine, due spuntini: uno a metà mattina (frutto o yogurt) e uno a metà pomeriggio, simile a quello precedente.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori