Mirtilli contro le carie/ I polifenoli al loro interno allontanano i batteri “cattivi”

I mirtilli sono un rimedio contro le carie, questo perché al loro interno contengono dei polifenoli in grado di combattere i batteri “cattivi”.

09.01.2019 - Matteo Fantozzi
Mirtilli contro le carie

I mirtilli sono un rimedio contro le carie, questo perché al loro interno contengono dei polifenoli in grado di combattere i batteri “cattivi”. Gli stessi polifenoli sarebbero in grado di impedire ai batteri di attaccarsi ai denti e alle gengive, allontanandoli.  A suggerirlo è uno studio che è stato pubblicato sulla rivista specialistica European journal of oral science. Si apre dunque una nuova possibilità di prevenzione nella salute orale con i denti che ne potranno trovare solo dei giovamenti. I mirtilli rossi e scuri oltre ad essere buonissimi hanno anche altre caratteristiche molto importanti per il nostro organismo. Oltre ad essere tra gli antiossidanti naturali più efficaci contengono anche Vitamine A, C, E e K. Inoltre all’interno troviamo le antocianine tra cui la mirtillina in grado di proteggere il collagene della pelle, riuscendo anche a migliorare la parete dei capillari rinforzandola.

Mirtilli contro le carie: parla Nigel Carter

Il direttore esecutivo dell’Oral Health Foundation ha parlato dei mirtilli come forma di prevenzione contro le carie. Nigel Carter, come riportato da Ansa, ha specificato: “I nutrienti e le fibre presenti nella frutta sono vitali per la nostra salute e il benessere del nostro organismo. Aiutano a proteggerci contro malattie cardiache e cancro, oltre a una serie di altre patologie. I mirtilli sembrano particolarmente buoni anche per la nostra salute orale. Lo specialista sottolinea come i polifenoli presenti nei mirtilli rimangono nella nostra saliva aiutando la nostra bocca anche dopo aver ingerito la frutta in questione. Questo è importante perché questi estratti naturali sono senza zucchero e possono essere aggiunti ai prodotti per l’igiene orale seguendo diverse strategie. Possono infatti essere dissolti nell’acqua e dunque utilizzati per riformulare quelle piene di zucchero.



© RIPRODUZIONE RISERVATA