Cure hi-tech per disfunzione erettile/ Onde d’urto meglio della pillola dell’amore

- Dario D'Angelo

Disfunzione erettile: le cure “hi-tech” soppiantano la pillola dell’amore. Vantaggi delle nuove terapie in termini di efficacia e minori effetti collaterali.

donna che non prova dolore
(LaPresse)

Gli andrologi sono concordi nel dire che la cosiddetta “pillola dell’amore” sia ormai superata da cure “hi-tech”, ad alta tecnologia, quali onde d’urto, oral film e gel. Come riportato dall’Ansa, in particolare le onde d’urto a bassa intensità e indolori, con 6 sedute da circa 10 minuti sono in grado di ripristinare una buona sessualità in oltre il 70% dei pazienti con disfunzione erettile di grado lieve o medio con una causa organica. Una stima importante se si pensa che in Italia sono circa un milione pari a un terzo del totale. Con questo trattamento invece il 28% dei pazienti torna a una funzione erettile completamente normale. Lo studio Sia che ha dimostrato queste evidenze è stato effettuato su oltre 100 pazienti che non rispondevano alle pillole e confermato anche da una recente revisione dei principali studi clinici condotti dal 2010 al 2018 su oltre 800 pazienti. Gli esperti sottolineano come le onde d’urto potrebbero dunque sostituire l’azione “on demand” dei farmaci a favore di un risultato duraturo contro l’impotenza. (agg. di Dario D’angelo)

DISFUNZIONE ERETTILE

Disfunzione erettile? Fino a qualche tempo fa l’unico rimedio alla portata sembrava essere la “pillola dell’amore” (e non facciamo nomi commerciali per non pubblicizzare un prodotto che di suo non ne ha bisogno). Ora però le cose sono cambiate: è l’epoca delle cosiddette cure “hi-tech”. Onde d’urto, oral film, gel oltre a ridurre il rischio di contraffazione, sono anche più sicure: lo dicono gli esperti della Società Italiana di Andrologia (Sia), sottolineando però come solo un paziente su 4 decide di rivolgersi al medico per trattare la propria disfunzione erettile, mentre la maggioranza opta per il fai da te e i pericolosi acquisti online. Gli andrologi spiegano infatti come nel migliore dei casi le pillole acquistate online non producano nessun effetto poiché prive del principio attivo ma nel peggiore dei casi provochino conseguenze anche gravi per i pazienti. Cosa che non avverrebbe con le nuove cure: le onde d’urto, come riportato dall’Ansa, possono migliorare una disfunzione erettile organica nel 70% dei casi; il gel intrauretrale è perfetto invece per chi non può assumere le pillole a causa dei possibili effetti collaterali mentre gli oral film, molto apprezzati perché rapidi a funzionare, stanno vivendo un vero e proprio boom: nel 2018 ne sono stati venduti più di un milione.

DISFUNZIONE ERETTILE, ADDIO PILLOLA DELL’AMORE

A parlare del cambio di passo registrato nel trattamento della disfunzione erettile e del “sorpasso” effettuato dalle cure hi-tech nei confronti della cosiddetta “pillola dell’amore” è stato Alessandro Palmieri, presidente Sia. Il numero uno degli andrologi, all’Ansa ha spiegato:”Tutti questi trattamenti hanno sempre alla base un processo tecnologico innovativo e stanno riscuotendo grande successo da parte della comunità scientifica. Lo dimostrano i 37 studi sull’argomento, di cui 7 in Europa: gli andrologi ritengono che siano queste le cure del futuro, perché meno gravate da rischi di contraffazione rispetto alle pillole ma anche per la loro efficacia e tollerabilità”. Come detto molto apprezzati ultimamente sono gli oral film, anche detti “chewing-gum dell’amore”, farmaci ad alta tecnologia da sciogliere sulla lingua per evitare il passaggio nello stomaco e nel fegato: l’assorbimento in bocca, infatti, evita che gran parte del farmaco venga distrutta e che la sua azione avvenga rapidamente. Secondo gli andrologi, il chewing-gum dell’amore viene valutato positivamente dal 60% degli uomini proprio per la sua rapidità d’azione, mentre l’8,5% ne apprezza la possibilità di assunzione con il cibo e il 6,8% i minori effetti collaterali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA