PENSA DI AVERE COLITE: HA UN TUMORE AL COLLO DELL’UTERO/ Emma morta a 25 anni

- Dario D'Angelo

La terribile storia di Emma Fisk: i medici erano sicuri che i suoi crampi fossero solo dovuti ad una colite, invece era un tumore al secondo stadio.

Un medico
Un medico, immagine di repertorio (Pixabay, 2018)

Per mesi ha avuto dei crampi allo stomaco, ma anche i medici l’avevano rassicurata: “Sarà al massimo un po’ di colite”. Erano talmente certi che Emma Fisk, 25enne di Ackworth, nello Yorkshire, non avesse nulla di grave che per questo motivo le hanno detto che in ragione della sua giovane età non fosse necessario neanche sottoporsi al PAP test. Peccato però che nel frattempo il mal di stomaco non sia passato e il male che attanagliava la giovane britannica sia andato avanti: sì, perché gli esami approfonditi cui la ragazza si è sottoposta hanno evidenziato che Emma era affetta da un tumore al collo dell’utero al secondo stadio. Il cancro l’ha portata via nel giugno del 2015, sei mesi dopo aver realizzato il suo sogno di sposarsi con il suo fidanzato dell’epoca. Se solo si fosse intervenuto prima…

PENSA DI AVERE COLITE: HA UN TUMORE AL COLLO DELL’UTERO

Per quanto la vicenda sia datata, la mamma di Emma Fisk a distanza di anni ha deciso di parlare al The Sun per sensibilizzare l’opinione pubblica:”Quando mi telefonò per dirmi che aveva il cancro scoppiò a piangere, aveva solo 24 anni”. Sei mesi di trattamenti tra chemio e radioterapia sembrarono inizialmente poterla salvare, ma ulteriori controlli evidenziarono che il cancro era arrivato allo stadio terminale:”È morta mentre le tenevo la mano. Se oggi racconto la sua storia è per dire alle persone che quando si parla di salute non si può accettare un “no” come risposta. E che per quanto giovani, se compaiono dei sintomi, bisogna controllarsi. Se avesse scoperto prima la malattia, la mia bambina sarebbe ancora qui. Era una persona meravigliosa, non voglio che altri soffrano allo stesso modo”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA