Usa, 18enne sfida la madre no-vax/ Invitato a parlare al Congresso: “Basta fake news”

USA, un 18enne sfida la madre no-vax: invitato a parlare al Congresso, Ethan Lindenberger ha invitato a fidarsi della scienza. “Basta fake news, tuteliamo la nostra e l’altrui salute”

Bambina che si vaccina
Vaccino, foto Pixabay

Usa, un 18enne sfida la madre no-vax e viene anche invitato a parlare davanti al Congresso americano. La vicenda di Ethan Lindenberger e di molti altri adolescenti che nelle scorse settimane, grazie al tam tam sul web e ai social network che hanno usato per informarsi e raccontare le proprie storie, hanno deciso di ribellarsi ai genitori che impedivano lori di vaccinarsi è arrivata davanti al principale organo legislativo del Governo Federale: infatti, solamente una volta raggiunta la maggiore età, Ethan come molti altri suoi coetanei è riuscito a farsi vaccinare e ora ha deciso di portare avanti la sua battaglia non solo contro la mamma che da piccolo lo ha costretto a non immunizzarsi ma contro tutto un fronte che continua a diffondere notizie false e leggende metropolitane in merito ai vaccini, come accaduto peraltro di recente dopo la tragica scomparsa dell’attore Luke Perry. E parlando agli eletti nelle due Camere il giovane Ethan ha invitato tutti a dire “basta alle fake news sull’argomento”, invitando anche gli scettici a fidarsi della scienza.

ETHAN AL CONGRESSO, “BASTA FAKE NEWS SUI VACCINI”

Infatti, nel discorso tenuto al Congresso di Capitol Hill, Ethan Lindenberger non solo ha ripercorso la sua vicenda, ricordando come la madre no-vax ancora oggi sia convinta che la profilassi immunitaria sia una delle cause dell’insorgenza dell’autismo, ma ha deciso di sfidarla apertamente dopo che il suo caso è stato riportato da diversi media a stelle e strisce. Infatti, nonostante le campagne di sensibilizzazione, anche Oltreoceano è sensibilmente in aumento il numero dei bambini che i genitori decidono di non vaccinare, mettendo a repentaglio non solo la loro salute ma anche di tutti i coetanei che finiscono per essere a contatto con loro. “La mia decisione di vaccinarmi è legata alla tutela della salute e della sicurezza di me stesso e degli altri” ha aggiunto Ethan, ricordando ai senatori che lo ascoltavano come sia stato il suo medico di famiglia a invitarlo a vaccinarsi appena possibile dato che, come sottolineato di recente anche dalla stessa Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), l’impennata di casi di morbillo e altre malattie infettive dovute alla mancata immunizzazione faccia diventare i no-vax una vera e propria minaccia globale per la salute.



© RIPRODUZIONE RISERVATA