La dieta settimanale per dimagrire/ Il menù per perdere peso: 1200 calorie al giorno

La dieta settimanale per dimagrire: ecco un menù per perdere anche due chili di peso concedendosi al massimo 1200 calorie al giorno

Dieta a tavola
Dieta a tavola (Pixabay, 2018)

La dieta settimanale per dimagrire: ecco un regime alimentare ipocalorico che prevede solo 1200 calorie al giorno per perdere anche due chili di peso in soli sette giorni, in modo da cominciare a prepararsi anzitempo per la fatidica prova costume e non ridursi come spesso accade ai mesi estivi, quando si prediligono soluzioni drastiche e a volte persino dannose per recuperare dal mancato esercizio fisico della stagione precedente e dell’aver esagerato a tavola. Ma in cosa consiste questa dieta che, lo ricordiamo, va sempre e comunque messa a punto assieme a un nutrizionista per valutare le specifiche esigenze e che deve essere comunque bilanciata per non creare scompensi? Innanzitutto, come detto, va rispettata la soglia sopra indicata di calorie massime assumibili in un giorno, ma in caso di patologie particolari è bene sapere che si possono effettuare delle sostituzioni dato che, come in tutte le diete “intelligenti”, bisogna che si adatti alle specifiche esigenze di ognuno in fatto di stile di vita, l’età e appunto eventuali cibi da evitare oppure da prediligere in modo particolare.

ECCO COME PERDERE DUE CHILI IN UNA SETTIMANA

La dieta settimanale per perdere peso in modo rapido senza tagli drastici alla propria alimentazione prevede che, a fronte di una colazione leggera e che non andrebbe mai saltata come spiegano spesso i dietologi, per i primi tre giorni si consumino a pranzo delle verdure (una porzione di almeno 100 grammi) da unire a una altro piatto leggero che può essere della carne bianca, tonno al naturale o del pesce spada (meno di 200 grammi) o una mozzarella; va bene anche un piatto di pasta al pomodoro semplice in uno solo dei tre giorni mentre il frutto a fine pasto non deve mancare mai. A cena, invece, largo a ancora a un latticino, una fetta di carne anche rossa ai ferri o un passato di verdure (anche più di 200 grammi), da unire alla classica porzione di bresaola, all’insalata mista tutte le sere ed evitando anche la frutta. Per la seconda parte della settimana si ripete questo schema, magari inserendo a pranzo o a cena del formaggio (in sostituzione del secondo) o concedendosi della pasta magari condita con delle verdure. Mai saltare la porzione di insalata, verde o di pomodori, mentre alla domenica anche qualche piccola concessione, tra macedonia o i gustosi salumi che nel corso della settimana non hanno fatto capolino a tavola.



© RIPRODUZIONE RISERVATA