SALVA MAMMA DAL SUICIDIO/ La carabiniera sul ponte tibetano: straordinaria normalità

- Nicola Berti

Una giovane carabiniera su un ponte tibetano in Cadore salva una mamma di tre figli sospesa nel vuoto, parlando con lei, seduta a pochi metri, per 4 ore

mamma ponte carabiniera
La carabiniera sul ponte tibetano in Cadore parla con la giovane mamma aspirante suicida

Caro direttore,

pochi giorni fa il Sussidiario ha voluto ospitare una breve riflessione sulle storie di (stra)ordinario successo di alcuni giovani calciatori italiani, a margine di un ordinario turno di Champions League.

Ti chiedo di aggiungere qualche riga su un’altra (stra)ordinaria fotocronaca: quella che ritrae una giovane carabiniera su un ponte tibetano del Cadore. Poco oltre si vede una donna – una mamma trevigiana di tre figli, di poco più anziana – pericolosamente sospesa nel vuoto. Un’aspirante suicida: che però non l’ha fatta finita dopo che per quattro ore la carabiniera, seduta a pochi metri sul ponte, le ha parlato convincendola che valeva la pena di sopravvivere, di vivere.

La notizia è senz’altro la storia a lieto fine, senza virgolette: ci mancherebbe. Ma la notizia è anche più importante nel far riflettere – anche per un solo istante – sulla sua (stra)ordinarietà: sul fatto che nell’Italia 2021 una società e uno “Stato” da essa costruito portano una giovane carabiniera a salvare in tempo una mamma aspirante suicida in una remota valle dolomitica. Ci stanno dietro come minimo i 160 anni di storia unitaria del Paese, tutto compreso.

E’ “educazione civica” allo stato puro: quella che si dovrebbe insegnare a scuola, quella che gli italiani – la maggioranza, in qualche modo, ciascuno a modo suo – impara e pratica. E pazienza se qualche volta non si sentono obbligati ad andare a votare: forse – fra i colpi di coda del Covid e le macerie socio-economiche lasciate dalla pandemia – hanno altro da fare. L’importante è che si trovino lì dove serve, ogni giorno: a parare l’ultimo rigore, come Gigio Donnarumma. Dopo tre quarti di secolo di pace e democrazia sembra scontato. Non lo è mai.

P.S. Ci sono buoni elementi per pensare che Papa Benedetto – quando ha scelto il titolo del suo ultimo libro antologico, “La vera Europa-Identità e missione” – avesse in mente questa Europa, questa Italia…

— — — —

Abbiamo bisogno del tuo contributo per continuare a fornirti una informazione di qualità e indipendente.

SOSTIENICI. DONA ORA CLICCANDO QUI

© RIPRODUZIONE RISERVATA