Salvini “100 mld su emergenza o scontro sociale”/ Coronavirus “Rabbia può esplodere”

- Carmine Massimo Balsamo

Emergenza coronavirus, Matteo Salvini lancia un messaggio al Governo: “La gente si sta comportando in maniera eccezionale, però pretende garanzie”.

salvini ue coronaivurs
Matteo Salvini, Lega (LaPresse, 2020)

Critiche aspre al Governo dalla Lega e da Matteo Salvini: il Carroccio non condivide la gestione dell’emergenza coronavirus ed esorta l’esecutivo a spendere di più. «Servono 100 miliardi? Mettiamo 100 miliardi», il commento icastico dell’ex ministro dell’Interno, che ai microfoni de La Stampa ha criticato le misure economiche adottate sin qui: «Il rigore e lo zerovirgola hanno fatto dell’Italia il Paese con la crescita più bassa d’Europa. L’emergenza ci impone di cambiare». E la rabbia tra i cittadini potrebbe presto esplodere: «Diversi segnali ci sono già. La gente si sta comportando in maniera eccezionale, però pretende garanzie. A partire dall’occupazione». «Il tema della rabbia che potrebbe esplodere mi è ben chiaro», ha evidenziato Salvini, che ha chiesto provvedimenti importanti «prima che si arrivi allo scontro sociale tra garantiti e non garantiti».

CORONAVIRUS, IL MESSAGGIO DI SALVINI AL GOVERNO

Nell’intervista rilasciata ai microfoni di Tg Com 24, Matteo Salvini ha messo nel mirino anche l’Ue: «All’Unione Europea chiediamo di lasciarci usare per gli italiani i soldi degli italiani. Fino adesso abbiamo fatto i compiti a casa, come siamo messi? Rispettando lo zero virgola abbiamo chiuso ospedali e caserme, i sacrifici per rispettare vincoli rischiano di farci morire». «Bisogna avere coraggio e guardare al dopodomani. Preferisco spendere 100 oggi che sopportare costi economici domani. C’è in ballo la sopravvivenza di un Paese», ha messo in risalto il segretario federale della Lega, che ha poi tenuto ad evidenziare: «Noto una gran voglia di pensiero unico e sono convinto che un governo di Centrodestra sarebbe stato linciato su alcune di queste scelte. Non importa. Il nostro obiettivo è dare una mano». Poi la stoccata a Giuseppe Provenzano: «Certo, quando leggo che il ministro del Sud sostiene che si deve aiutare il lavoro nero mi si gela il sangue. Per noi avrebbero chiesto l`arresto immediato per istigazione a delinquere», riporta Tg Com 24.

© RIPRODUZIONE RISERVATA