Salvo, compagno di Valentina Persia/ Lei piange “Mi disse che sarebbe morto…”

- Emanuele Ambrosio

Salvo è il compagno morto di Valentina Persia, la naufraga de L’Isola dei Famosi che confessa: “mi dimostra di essermi vicino”

Valentina Persia Isola dei Famosi 2021 640x300
Valentina Persia

Salvo è il compagno morto di Valentina Persia, la naufraga de L’Isola dei Famosi 2021. La comica ed imitatrice viene chiamata in postazione di nomination per un momento davvero emozionante. La Persia ricorda il compagno scomparso precisando: “no, non mi sono più innamorata. Non mi sono chiusa, in amore arrossisco, nonostante l’incredulità. Sono una persona che scappa quando si innamora. Ho avuto il privilegio di conoscere che cosa significa amare e questo privilegio che lo auguro a tutte le persone che hanno paura di credere nell’amore perchè quando meno te l’aspetti arriva”. Non solo, la Persia prosegue ricordando il compagno con parole di grande amore: “Salvo mi aveva preparato alla sua dipartita, sapeva che sarebbe morto, mi proteggeva. Salvo mi dimostra di essermi vicino, mi diceva sempre ricordati che un amore interrotto non vuol dire che finisca. Amo la città di Catania, la Sicilia con il suo calore di trovare un uomo, 4 anni ma è come che lo avessi vissuto dieci volte più grande”.

Valentina Persia compagno: “è morto prematuramente”

Un dolore enorme quello vissuto da Valentina Persia che si è trovata a dire addio al suo amato compagno Salvo. L’uomo era un architetto, ma la vita ha deciso che le cose andassero diversamente per lui e la sua amata Valentina che alla stampa ha raccontato: “sono single perché così sono andate le cose. Ho avuto delle parentesi piuttosto dolorose nella mia vita, poiché ho subìto un abbandono. Ho perso, purtroppo, il mio compagno, che è morto prematuramente; il destino ha fatto il suo corso e mi ha portato dove sono ora”. Nonostante tutto però la Persia non ha alcun dubbio nel dire: “ho avuto l’amore, l’ho avuto per quattro splendidi anni: ho amato tantissimo e sono stata amata, e sono contenta di questo. Lui era una persona fantastica che adorava il mio modo di fare e rideva delle mie battute; e soprattutto gli piaceva che io facessi sorridere la gente. Quindi, continuo con il mio lavoro e lo faccio pensando sempre a lui, lo faccio in suo onore. Ci sono persone che impiegano una vita a dispensare il bene che hanno dentro: lui lo ha fatto tutto in una volta. E io ho avuto la fortuna di incrociare il suo cammino e di condividere una parte della mia vita con lui”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA