Saman Abbas, l’avvocato di zio Danish: “Incastrato”/ “Terreno in comproprietà che…”

- Alessandro Nidi

Saman Abbas, l’avvocato di zio Danish Hasnain motiva le dichiarazioni del suo assistito e svela l’esistenza di due ipotesi

Saman Abbas
Saman Abbas, 18enne scomparsa a Novellara (foto Facebook, 2021)

Il caso legato alla scomparsa di Saman Abbas è stato approfondito ai microfoni di “Storie Italiane”, trasmissione di Rai Uno condotta da Eleonora Daniele e andata in onda nella mattinata di martedì 25 gennaio 2022. L’inviato Alessandro Politi ha descritto la situazione dopo l’interrogatorio a cui è stato sottoposto lo zio Danish Hasnain, sentito ieri per due ore dal giudice per le indagini preliminari: l’uomo si è dichiarato ripetutamente innocente, dicendo di non avere ucciso Saman e di essere stato incastrato, senza tuttavia meglio precisare chi avrebbe voluto metterlo così in difficoltà.

SAMAN ABBAS, L’AVVOCATO DI ZIO DANISH: “CI SONO DUE IPOTESI…”

L’avvocato di Hasnain ha spiegato che, secondo il suo personale punto di vista, il suo assistito non ha attaccato nessuno in modo diretto in quanto sono in piedi due ipotesi, naturalmente formulate dalla difesa: ci sarebbe infatti un presunto terreno in comproprietà tra Danish e Shabbar, il padre di Saman Abbas, che in caso di condanna Danish perderebbe. La seconda ipotesi, invece, è relativa alle dichiarazioni rese dal fratello 16enne di Saman, che secondo l’opinione del legale di Danish Hasnain sarebbe stato spaventato da Shabbar. L’avvocato ha detto che il suo cliente ha risposto con serenità e pacatezza alle domande del giudice







© RIPRODUZIONE RISERVATA