Samira El Attar, suo il cadavere trovato in spiaggia?/ Rovigo, marito in caserma

- Emanuela Longo

Samira El Attar: giallo a una svolta? Potrebbe essere suo il cadavere di donna rinvenuto su una spiaggia in provincia di Rovigo

samira el attar storie italiane
Caso Samira El Attar, Storie Italiane

Potrebbe essere di Samira El Attar il cadavere trovato nelle passate ore sulla spiaggia di Albarella, in provincia di Rovigo? Il corpo, come riferisce Il Resto del Carlino, era stato visto galleggiare in mare a poca distanza dalla rive e successivamente recuperato dai vigili del fuoco di Adria. Successivamente è stato poi trascinato sulla spiaggia di Albarella, l’isola privata nel Comune di Rosolina. L’avvistamento ad opera dei carabinieri è avvenuto ieri mattina intorno alle 12.20. Si tratta di un corpo di donna, purtroppo in avanzato stato di decomposizione e quindi difficilmente riconoscibile, senza documenti. Il dubbio, ora, è che possa trattarsi proprio della giovane mamma di 43 anni scomparsa da diverse settimane dalla provincia di Padova, Stanghella. Sarà il test del Dna a decretarne o meno la conferma e se così fosse, rammenta Fanpage.it, il fascicolo sulla scomparsa di Samira attualmente aperto con l’ipotesi di reato di sequestro di persona si trasformerebbe in omicidio e occultamento di cadavere. Occorre però sottolineare come sulla medesima spiaggia in cui è avvenuto il ritrovamento choc, nei mesi scorsi sono stati rinvenuti altri resti umani. Sesso della vittima e area del ritrovamento avrebbe ora indotto gli inquirenti a sospettare che possa trattarsi proprio del corpo di Samira El Attar.

SAMIRA EL ATTAR, SUO CADAVERE TROVATO IN SPIAGGIA A ROVIGO?

Secondo quanto rivelato questa mattina nel corso di Storie Italiane, il marito di Samira El Attar, Mohammed El Attar, sarebbe stato chiamato a riconoscere alcuni elementi ma non è chiaro l’esito di tale operazione. L’uomo è rimasto in caserma per tutta la notte, ascoltato dai militari come persona informata dei fatti. Anche Corriere.it spiega che i militari gli avrebbero fatto vedere le foto del cadavere rinvenuto per cercare un oggetto o un vestito che possa appartenere alla donna scomparsa. Samira, ricordiamolo, è sparita nel nulla la mattina del 21 ottobre scorso, dopo aver accompagnato la figlia all’asilo in bicicletta ed aver visto un’amica. Da quel momento non si sono più avuti contatti, facendo così partire il giallo. A denunciare la scomparsa era stato proprio il marito che ora si occupa da solo della figlioletta di 4 anni, dicendosi sereno rispetto ai possibili sospetti sul suo conto. Nei giorni scorsi, infatti, gli inquirenti erano tornati nella sua abitazione a caccia di possibili indizi e rimestando il terreno antistante l’abitazione erano state trovate tracce di sangue che, secondo il marito di Samira, sarebbero di origine animale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA