MIRACOLO SAN GENNARO, SANGUE SI È SCIOLTO!/ Video, per Napoli “santo multitasking”

- Niccolò Magnani

San Gennaro, miracolo della Liquefazione del Sangue si è rinnovato! Grande Festa a Napoli per otto giorni: le testimonianze dei fedeli

Sangue San Gennaro
Napoli, liquefazione del Sangue di San Gennaro (LaPresse, 2019)

Ci sono moltissime persone di qualsiasi nazionalità giunte a Napoli per celebrare il nuovo miracolo (anzi meglio “prodigio”) di San Gennaro. “Chiediamo per la nostra città, è la prima cosa che chiediamo”, ha spiegato una donna intervistata in collegamento con La Vita in Diretta. La popolazione di Napoli ha un rapporto molto stretto con il Santo al quale chiedono guarigioni, gravidanze ed altro al punto da definire San Gennaro “un santo multitasking”. Per otto giorni ci saranno grandi celebrazioni durante le quali i fedeli potranno entrare nel Duomo e rendere omaggio al Santo, baciando l’ampolla del sangue che si è sciolto. Via del Duomo, 70 anni dopo per l’occasione rivive l’emozione delle luminarie che in serata renderanno il capoluogo campano ancora più magico. Come ricordato dall’inviata, in questo caso il sangue di San Gennaro è stato trovato già sciolto nella teca dal cardinale Crescenzio Sepe che ne ha dato l’annuncio. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

NAPOLI IN FESTA PER LIQUEFAZIONE

E anche per questo 19 settembre il miracolo di San Gennaro si è rinnovato! L’annuncio alle 10.04 del Cardinal Sepe in diretta dal Duomo di Napoli: la liquefazione del sangue è stata verificata dalle autorità e poi cominciata alla comunità, accompagnata da un lunghissimo applauso e da grida di giubilo per il significato di “buon auspicio” che il miracolo di San Gennaro rappresenta per tutta Napoli e per la Campania. «Vi do la bella notizia – ha detto il cardinale Crescenzio Sepe durante la celebrazione – il sangue e’ sciolto!». Le prossime possibilità di riaccadere del “miracolo” sono come sempre nella prima domenica di maggio e il 16 dicembre, in memoria dell’eruzione del Vesuvio del 1631. Non sempre il miracolo della Liquefazione si conferma ogni anno, è capitato spesso che il sangue non si fosse sciolto oppure lo abbia fatto con giorno di ritardo o anche anticipando le canoniche tre feste di San Gennaro durante l’anno. Ora per i fedeli ci sarà la possibilità di adorazione e preghiera nelle prossime ore all’interno della Basilica centrale di Napoli.

IL SIGNIFICATO RELIGIOSO DEL MIRACOLO DI SAN GENNARO

È cominciata in questi minuti la cerimonia all’interno del Duomo di Napoli dove si attende ancora una volta il miracolo del Sangue di San Gennaro, la Liquefazione che dal mondo fino alla Campania per tre volte all’anno viene pregata e lodata da migliaia di fedeli. Sia all’interno della basilica che all’esterno si intonano da ore i canti delle “Parenti”, ovvero le anziane donne napoletane che nella tradizione rappresentano e discendono direttamente da San Gennaro e dalla “pia” Eusebia. Nelle prossime ore sarà reso noto dalle stesse autorità ecclesiali e politiche della città di Napoli se la Liquefazione avrà avuto luogo o meno davanti a centinaia di fedeli in preghiera. In merito al significato religioso del “miracolo” di San Gennaro, il teologo Don Nicola Bux sottolinea tutta l’importanza come “strumento di fede” «sono uno strumento per richiamare l’uomo a principi più alti […] il rinnovarsi del miracolo di San Gennaro fa germogliare la Fede. La reversibilità, da stato solido a liquido, del sangue di Gennaro è qualcosa di vivificante». Momenti di tensione questa mattina davanti al Duomo di San Gennaro con un presidio dei lavoratori della Whirlpool che protestano contro le autorità e la stessa azienda per l’imminente chiusura della sede di Napoli della multinazionale che dà lavoro a centinaia di cittadini partenopei.

LA CERIMONIA E L’ATTESA DEL MIRACOLO

Come ogni 19 settembre a Napoli e in tutto il mondo si celebra San Gennaro, il grande Santo Patrono partenopeo; e come ogni San Gennaro che si rispetti la comunità di fedeli attende con ansia e partecipazione al possibile miracolo della Liquefazione del Sangue contenuta nell’ampolla conservata nella Cappella del Tesoro di San Gennaro. Nella Cattedrale sono contenute le ossa del Patrono assieme alle due antichissime ampolle contenenti per l’appunto il presunto sangue (la scienza da secoli si interroga sull’autenticità o meno del miracolo) di San Gennaro raccolto da una pia donna (Eusebia, ndr) dopo il martirio del vescovo cristiano morto il 19 settembre dell’anno 305 D.C.. Queste ampolle vengono esposte alla venerazione dei fedeli provenienti da ogni parte del mondo per ben tre volte l’anno: il sabato precedente la prima domenica di maggio, il 19 settembre ed il 16 dicembre. Non sempre il miracolo della Liquefazione e scioglimento si rinnova e proprio questo fattore anomalo “scatena” una così grande attesa e aspettativa nel popolo cristiano napoletano che in massa accorre nella Cappella in queste tre date per pregare e assistere al rinnovo del miracolo.

LIQUEFAZIONE SANGUE SAN GENNARO, LA DIRETTA VIDEO

Questa mattina, nella piena solennità di San Gennaro, viene celebrata una Santa Mesa alle ore 8 e solo a seguire un prelato della Cappella del Tesoro procederà alla lettura della passione di San Gennaro. Attorno alle ore 9.45 il Cardinale di Napoli, Crescenzio Sepe, si recherà all’interno della Cappella del Santo assieme all’abate mons. Vincenzo de Gregorio, al sindaco Luigi De Magistris e al vice presidente della Deputazione, duca Riccardo Carafa d’Andria. Con questa delegazione si procede con l’apertura della cassaforte dove è contenuto il reliquiario con le ampolle del Sangue Santo: in seguito, le ampolle e il busto saranno portate in processione sull’altare maggiore della cattedrale dove il cardinale presiederà la concelebrazione eucaristica. Solo al termine, se avverrà l’auspicata e tanto attesa liquefazione del sangue, verrà data allora precisa annunciazione del miracoloso evento. Dalle ore 16 alle ore 18.30 le ampolle con il sangue del santo verranno offerte alla venerazione dei fedeli. Lo scontro che ogni anno si ripete tra “scienziati” e “fedeli” ancora non ha trovato una piena risoluzione tanto che la Chiesa Cattolica – essendo in presenza di un evento ancora in corso di sviluppo – non si è mai pronunciata né con una netta smentita né count proclami di conferma sulla veridicità del miracolo. Per tute le info su come seguire anche non da Napoli alla diretta del possibile miracolo della liquefazione, le modalità sono due: su Canale21, tv locale partenopea, è possibile seguire la diretta live con anche streaming video live sul sito del network campano. È disponibile solo online la diretta streaming video su MariaTv, già dalle prime funzioni di questo pomeriggio con l’intera celebrazione del miracolo di San Gennaro.



© RIPRODUZIONE RISERVATA