San Pio X/ Video, oggi 21 agosto si celebra lo storico Pontefice del 1935

- Matteo Fantozzi

Nella giornata del 21 agosto tutto il mondo Cattolico celebra e ricorda l’importante figura di San Pio X. Le fonti storiche ci informano che questo Pontefice nacque nel 1935 in un paesino che attualmente si trova in Veneto e precisamente nella provincia di Treviso. Il suo incontro con il Signore avvenne quando era appena uscito… Mostra articolo

san pio x 2019 iconografia
San Pio X

Nella giornata del 21 agosto tutto il mondo Cattolico celebra e ricorda l’importante figura di San Pio X. Le fonti storiche ci informano che questo Pontefice nacque nel 1935 in un paesino che attualmente si trova in Veneto e precisamente nella provincia di Treviso. Il suo incontro con il Signore avvenne quando era appena uscito nell’adolescenza: correva infatti il 1858 quando prese la decisione di entrare in seminario, recandosi a Padova. Qui, aiutato da alcune persone che vedevano in lui una vera e sana passione cristiana, riuscì a portare a termine i propri studi e ad approfondire gli studi riguardanti le Sacre Scritture. Il suo percorso ecclesiastico prese il via da Tombolo per proseguire, sempre nel ruolo di parroco, a Salzano: qui trascorse 8 anni che lo portarono all’attenzione della Chiesa e nel 1884 giunse per lui un traguardo importante come quello della nomina vescovile. Gli venne assegnata la diocesi di Mantova e in questo periodo il futuro Pio X ebbe modo di chiarire meglio, a se stesso e ad i suoi fedeli, ciò che per lui voleva dire essere cristiani e come svolgere l’attività di proselitismo.

Egli infatti fu sempre a favore del Catechismo come primissimo e principale mezzo per condurre i giovani sulla strada che porta al Signore ed è stato grazie alla sua opera instancabile che è nel tempo diventato un vero e proprio motore di crescita spirituale delle comunità sul territorio, oltre che di coesione sociale. Il suo operato ed il suo interesse per quel che era il territorio della propria diocesi nel concreto della vita quotidiana, gli permisero di diventare molto noto non soltanto tra i fedeli, ma anche tra chi doveva scegliere a chi affidare l’importante e delicato ruolo di Pontefice. E non poteva che essere lui ad essere scelto quando nel 1903 arrivò questo momento. Il 3 agosto del 1903 venne quindi eletto Papa e ricoprì questo ruolo per 11 anni. Il suo pontificato si svolse in un momento molto complicato per l’Europa, visto che eravamo alla vigila della Grande Guerra, uno degli eventi che a cambiato per sempre la storia dell’umanità. Durante il suo pontificato si batté per rendere la Chiesa uno dei fulcri della vita sociale e della società in generale, vero e proprio motore di crescita delle nuove generazioni. Questo è uno dei motivi per cui ancora oggi, a distanza di un secolo dalla sua morte, che avvenne nel 1914, è considerato come uno dei massimi esponenti di quella idea della Chiesa come solidale e come ente anche sociale, capace di creare il senso di comunità e di fratellanza tra gli uomini.

San Pio X, le città devote al Beato

Sono tante le realtà italiane ed estere che nella giornata del 21 agosto dedicano diverse iniziative volte a ricordare San Pio X. Tra le tante città italiane si può ad esempio ricordare Molfetta. Nella località pugliese le celebrazioni prendono solitamente il via alcuni giorni prima del 21 agosto, con tutta una serie di eventi il cui fulcro sono momenti di preghiera e di riflessione. Oltre a questi momenti assai importanti per quanto concerne il mondo della Chiesa in generale, ve ne sono altri più “profani”, come ad esempio eventi dedicati al buon cibo e alla cultura. Per quanto riguarda il primo aspetto basti pensare ad esempio alla Sagra della Frittella. Nella giornata del 21 agosto vi è poi una messa celebrativa del Santo.

Gli altri Beati di oggi

Ovviamente vi sono altre personalità, tra quelle che hanno fatto la storia della Chiesa, a cui è dedicata questa giornata di fine estate. Tra i tanti nomi che si potrebbero citare meritano la menzione San Ciriaco di Roma e Raimondo Peiro Victori tra i beati.

Tra storia e magistero



© RIPRODUZIONE RISERVATA