San Vincenzo de’ Paoli/ Video, il 27 settembre si celebra il patrono di Bologna

- Matteo Fantozzi

San Vincenzo de’ Paoli, video: il 27 settembre, come ogni anno, si celebra il patrono di Bologna e del Madagascar. Tutti gli altri Beati della giornata di oggi.

san vincenzo de paoli 2019 iconografia 640x300
San Vincenzo de' Paoli

Il 27 settembre si ricorda San Vincenzo de’ Paoli nato in Francia a Puy nel 1581. Viene chiamato anche il Santo della carità e la sua vita è stata interamente dedicata all’assistenza dei poveri e alle opere caritatevoli. San Vincenzo è conosciuto anche come il padre dei poveri ed è il protettore dei bambini abbandonati, dei carcerati e dei prigionieri. È inoltre patrono della città di Bologna e anche del Madagascar. S. Vincenzo ha organizzato varie missioni in Africa per assistere poveri e bisognosi con la sua Congregazione le Figlie della Carità, per questo è considerato il patrono del Madagascar. In Italia sono molte le città che lo celebrano con processioni e liturgie tra cui Bologna, Cagliari, Trieste. È proprio a Bologna il 27 settembre si festeggia il santo con una giornata speciale con celebrazioni liturgiche, spettacoli teatrali, buon cibo e momenti conviviali.

San Vincenzo dè Paoli, la vita del Beato

San Vincenzo dè Paoli è nato in una famiglia modesta, fu subito indirizzato al noviziato e a 24 anni viene nominato sacerdote. Nel 1605 mentre viaggiava da Marsiglia a Narbona venne fatto prigioniero dai pirati e venduto come schiavo. Alla fine venne liberato dal suo stesso padrone, che S. Vincenzo convertì al Cristianesimo. Da questa esperienza, nacque in lui il desiderio di portare aiuto e conforto ai carcerati. Viene nominato parroco di una piccola cittadina vicino Parigi e diviene in seguito cappellano di tutte le prigioni di Francia. S. Vincenzo fece molto per migliorare le condizioni di vita dei carcerati e dei bisognosi, fondò ospedali, ricoveri per anziani, malati e orfanotrofi. Nel 1633 per continuare le sue opere di carità, formare i sacerdoti ed aiutare i poveri, istituisce la Congregazione delle Figlie della Carità. Muore nel 1660, ad 84 anni a Parigi il 27 settembre.

La città di Bologna

Andiamo a scoprire meglio la città di cui è patrono. Fondata nel lontano 1088, Bologna è una delle città più interessanti e prestigiose in Italia. A Bologna fu fondata la prima università occidentale. Ci troviamo in una città ricca di fascino storico e architettonico, con il portico più lungo del mondo, oltre 4 chilometri che porta diritto ad uno dei simboli della città, il Santuario della Madonna di San Luca. Il cuore della città è la Piazza Maggiore o Piazza Grande come la chiamano i Bolognesi, da qui partono una serie di edifici, chiese, palazzi storici e le famose torri come la Torre Asinelli o la Torre Garisenda. Bologna vanta oltre 50 musei con un patrimonio storico e artistico inimitabile. Oltre all’importanza accademico, Bologna è conosciuta anche per la sua eccellente gastronomia, famosa in tutto il mondo per i suoi salumi, per le lasagne e il ragù alla bolognese. E ancora a Bologna in una dei tanti ristorantini e trattorie del centro storico si possono gustare tortellini, pasta fresca fatta in casa e un bel bicchiere di vino rosso.

Tutti gli altri Beati di oggi

Il 27 settembre si festeggiano anche i Santi Adolfo e Giovanni di Cordova martiri, San Bonfiglio vescovo di Foligno e San Caio di Milano vescovo.

Video, la vita del Santo



© RIPRODUZIONE RISERVATA