Sandra Milo: “Premio David Di Donatello lo dedico alle donne”/ “Miei figli commossi”

- Davide Giancristofaro Alberti

Sandra Milo e la recente premiazione del David Di Donatello: “Un premio che dedico alle donne ma anche ai registi con cui ho lavorato”

sandra milo 2021 rai 640x300
Sandra Milo a Storie Italiane

La grandissima attrice Sandra Milo è stata premiata la settimana scorsa con un David Di Donatello alla carriera. Oggi l’attrice originaria di Tunisi è stata ospite negli studi di Storie Italiane, su Rai Uno, ed ha confessato: “Vorrei che tutte le donne, perchè tutte lo meritano, ricevessero un premio come il mio una volta nella vita, posso dedicare questo premio a loro, se lo meritano più di me per quello che fanno e che hanno fatto”.

Quindi Eleonora Daniele l’ha incalzata su cosa ha provato nel ricevere questo prestigioso premio: “È stata un’emozione, le cose bisogna desiderarle, volerle, il desiderio è importantissimo, è stata una grande sorpresa, non me l’aspettavo più. La cosa che mi ha emozionato di più è stata la commozione dei miei figli, poi è stato straordinario partecipare alla cerimonia con il presidente Sergio Mattarella, così umano, così buono, ho sentito l’importanza di questo premio. È stato bellissimo ricevere questo premio, ho pensato a tutti i registi con cui ho lavorato, sia quelli piccoli che quelli grandi, quindi in qualche modo questo premio è dedicato anche a loro, spero non sia l’ultimo”.

SANDRA MILO: “QUESTO PREMIO LO VUOLE CIRO”

“Questo premio lo vuole Ciro (il figlio ndr), un ragazzo molto carino – ha proseguito – Quando l’ha saputo mi è venuto a trovare con mio nipote di sei anni che mi ha portato una rosa e mi ha detto ‘Questo è per te per il tuo premio perchè te lo sei meritato’”. Sandra Milo ha commentato anche un recente caso di cronaca, una donna della provincia di Pavia che è rimasta ustionata per circa metà del corpo dopo che il compagno, un 41enne di origini rumene, le ha buttato addosso dell’acido: “Una storia bruttissima – commenta Sandra Milo quasi fra le lacrime – la donna ha l’amore in se, ha la maternità, non si può trattare male una donna. Speriamo che dopo stia bene, perchè vivere male non è bello”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA