Sanremo 2023: regolamento, date e cast ufficiali/ Le anticipazioni di Amadeus

- Serena Granato

Amadeus introduce le novità di Sanremo 2023, tra cui il regolamento, date e numero cantanti: il motivo delle anticipazioni in tempi record

Amadeus e Giovanna Civitillo 640x300
Amadeus e Giovanna Civitillo (Foto: web)

Amadeus introduce il nuovo Festival di Sanremo 2023: il regolamento

Amadeus torna al centro dell’attenzione mediatica anticipando in tempi record la nuova edizione del Festival di Sanremo. Ebbene sì, dopo essersi confermato nel ruolo di conduttore e direttore artistico della kermesse sulla Canzone, Amadeus rende noto il regolamento ufficiale di Sanremo 2023, in netto anticipo rispetto alle tempistiche consuetudinarie relative alla presentazione di ogni edizione del Festival.

Il 73esimo Festival di Sanremo sarà il quarto evento ligure per Amadeus, che così motiva la scelta di divulgare in anticipo il regolamento di Sanremo 2023: ” L’obiettivo è avere a disposizione un tempo di preparazione più lungo per trasferire dal palco dell’Ariston nelle case dei telespettatori un racconto emozionante della musica italiana di oggi, dando voce ai nuovi talenti e agli artisti già affermati”.

In occasione della presentazione del regolamento sanremese, come ripreso dal portale rai.it, inoltre Amadeus si è pronunciato sul cast di Sanremo 2023: “Il cast, anche in base alle proposte musicali che mi arriveranno sarà scelto, come sempre, dando peso al valore delle canzoni e alla loro potenzialità rispetto al mercato, con una particolare attenzione al loro ‘appeal radiofonico’.

Le novità di Sanremo 2023: numero cantati categoria Big, chi e come si voterà

Il Festival andrà in onda dal 7 all’11 febbraio 2023 e accoglierà una line-up di 25 artisti, inclusi i 3 vincitori di Sanremo Giovani, che tra i Big dovranno esibire una nuova canzone dopo quella presentata nel primo contest.

La quarta serata dell’evento di Sanremo 2023 sarà dedicata alle Cover.  Per l’occasione gli artisti in gara potranno riproporre un pezzo cult che sia stato proposto 1° gennaio 1960 al 31 dicembre 1999, reinterpretando la canzone scelta insieme a un ospite su loro proposta, poi approvata dalla Direzione Artistica del contest.

Le canzoni in gara dei 25 Campioni saranno giudicate dal televoto del pubblico (da telefonia fissa e da telefonia mobile), dalla Giuria della Sala Stampa, Tv, Radio e Web (150 rappresentanti dei media accreditati al Festival) e dalla Giuria Demoscopica (300 componenti).

Nella prima e seconda serata a votare sarà la giuria della sala stampa, tv, radio e web che effettuerà la propria votazione in tre componenti assestanti: un terzo dei votanti per tv e carta stampata, un terzo per quella radio e un terzo per la giuria web.

Nella terza serata il voto sarà affidato per il 50% al televoto e per l’altro 50% alla giuria demoscopica. Nel corso della quarta serata la votazione sarà tripartita: il 34% affidato al televoto, il 33% alla giuria sala stampa, tv, radio, web e il 33% alla giuria demoscopica, mentre nella quinta diretta serale del Festival i 25 campioni saranno sottoposti al solo televoto da casa, che andrà a sommarsi alle precedenti classifiche.

In conclusione della quinta serata, al fine della decretazione del vincitore del 73° Festival di Sanremo, tra i 3 finalisti verrà indetta una nuova votazione da parte di televoto, giuria sala stampa, tv, radio, web e giuria demoscopica.





© RIPRODUZIONE RISERVATA