Auguri Santa Lucia/ Oggi 13 dicembre, perché si festeggia: gli auguri di onomastico

- Matteo Fantozzi

Santa Lucia, frasi d’auguri WhatsApp e messaggi Facebook, oggi 13 dicembre. Un giorno speciale quello di oggi per molti bambini

santa lucia 2019 iconografia
Santa Lucia

Oggi, venerdì 13 dicembre, e in barba alla superstizione, si festeggia Santa Lucia, Vergine e martire, tra le più venerate della Chiesa cattolica, e per questa celebrazione si sprecano le immancabili frasi e messaggi di auguri con tanto di immagini da veicolare sui social network per coloro che portano questo nome. Infatti sono tante le storie e le leggende ispirate alla sua vicenda e ai suoi occhi, e non va dimenticato che si tratta di una ricorrenza particolarmente sentita perché, al di là della credenza erronea che vuole che questo sia il giorno più corto dell’anno, va ricordato che il 13 dicembre è considerato una sorta di Natale anticipato. E le migliori frasi di auguri per l’onomastico a tutte le Lucie si ispirano non solo alla vita di questa martire del Cristianesimo ma pure al nome “luminoso” di una donna che intese la sua vita solo per il fatto che andava donata, nonostante le tante sofferenze che la futura santa sperimentò da giovane e prima di avviarsi al suo martirio. (agg. di R. G. Flore)

Perché non è il giorno più corto che ci sia…

Sono tante le tradizioni e le leggende che ruotano attorno al giorno di Santa Lucia. La più celebre è certamente quella che vuole il 13 dicembre come “il giorno più corto che ci sia”. Ma dove trova fondamento questo modo di dire tramandato di generazione in generazione? E’ soltanto una questione di rima o c’è dell’altro? Il portale Meteo&Radar, che ha messo insieme tutte queste tradizioni, come riportato dall’AdnKronos, ha spiegato che il detto ha origine “dall’antico calendario Giuliano, che fino al 4 ottobre 1582, vedeva cadere il Solstizio d’Inverno tra il 12 e il 13 dicembre, quindi proprio nel giorno della festa di Santa Lucia. In seguito a tale data la Chiesa cattolica optò per l’utilizzo di un nuovo calendario, introdotto con la bolla di Papa Gregorio XIII e conosciuto come Calendario Gregoriano, in vigore attualmente nella maggior parte del mondo occidentale. La sostituzione fu decisa perché questo nuovo calendario consentiva una scansione del tempo e dei giorni più precisa rispetto al precedente. Il nuovo calendario vedeva la suddivisione dell’anno in 12 mesi con durata ognuno dai 28 ai 31 giorni, con 365 giorni in totale (che diventano 366 nel caso degli anni bisestili)”. Ecco perché, con il passaggio al calendario gregoriano, la data del solstizio d’inverno è stata spostata in avanti ma l’usanza di considerare Santa Lucia il giorno più corto dell’anno secondo i dettami dell’antico calendario Giuliano è rimasta in voga. (agg. di Dario D’Angelo)

Santa Lucia, frasi e filastrocche d’auguri

Oggi 13 dicembre si festeggia Santa Lucia. E’ un giorno speciale per molti bambini d’Italia, soprattutto per coloro che sono nati in provincia di Bergamo e che in queste ore riceveranno dei piccoli doni. Nella bergamasca, infatti, la santa di oggi è un po’ come una sorta di Babbo Natale, e la tradizione vuole che ai tempi che furono portava i regali di porta in porta, con l’aiuto di un asinello. Come ogni tradizione che si rispetti, anche per questa giornata speciale esistono una serie di filastrocche e di canzoni molto simpatiche, come ad esempio questa: “Zitti, zitti fate piano vien la Santa da lontano, porta a tutti dolci e doni soprattutto ai bimbi buoni. Ma se un bimbo è cattivello, oltre tutto un po’ monello, nulla trova nel tinello. Quindi bimbi birichini diventate un po’ bravini, e i cuoricini tutti spenti con la Santa si fan contenti.Grazie, grazie Santa Lucia, il tuo incanto mi porti via”. Una frase che tra l’altro potrete utilizzare anche per fare gli auguri via WhatsApp o come post social su Facebook. E ancora: “Santa Lucia con il suo carretto lascia a tutti un gioco e un dolcetto, porta ai bambini tanti regali tutti belli, tutti speciali”. Se ancora non ne aveste abbastanza: “Santa Lucia bella, dei bimbi sei la stella e per il mondo vai, e non ti stanchi mai. Porta regali e doni, a tutti i bimbi buoni e vai in questa via, con tanta allegria”. Qualora foste invece alla ricerca di una frase d’auguri più classica, quindi avulsa dalla tradizione dei doni dei regali, eccovi tre esempi che potrebbero fare al vostro caso: “Un nome, una garanzia! Auguro un buon onomastico ad una persona davvero speciale!”, “Sarebbe impossibile non ricordarsi di te in questo giorno! Felice onomastico!”, “Buon onomastico, a te che hai il più dolce dei nomi, e festeggi il più importante degli onomastici!. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Santa Lucia celebrata oggi dalla Chiesa: la sua storia

Nella giornata del 13 dicembre il mondo cattolico ricorda e celebra la figura di Santa Lucia. Grazie alle fonti storiche sappiamo che essa venne alla luce più o meno nel 283 a.C e secondo alcune fonti che però non hanno i crismi dell’ufficialità la sua famiglia era di condizioni agiate e in giovane età venne promessa in sposa ad un pagano. Santa Lucia rimase presto orfana, perdendo il padre in circostanze che non sono note: dopo questo evento sviluppò il timore che la madre potesse da un momento all’altro perdere anch’essa la vita in seguito al malore causato dalla morte del marito. Questo fu il motivo che la spinse ad andare in pellegrinaggio fino a Sant’Agata, decidendo di pregare perché la madre potesse rimanere in vita. Nel corso della preghiera il sonno alla fine ebbe la meglio, ma nella dimensione onirica ebbe un incontro proprio con Sant’Agata, la quale le domandò come mai aveva deciso di rivolgersi a lei, visto che poteva riuscire a farla guarire senza interventi divini.

Santa Lucia, la conversione al cristianesimo

Santa Lucia fece allora ritorno a casa ed effettivamente la madre, con lentezza, iniziò a stare meglio. A questo punto la giovane decise di convertirsi al cristianesimo e di vivere in estrema povertà. Il futuro marito non si trovò d’accordo con tale scelta e dopo un periodo di fortissime tensioni, arrivò a denunciare il suo essersi convertita al cristianesimo. Santa Lucia venne quindi arrestata e sottoposta a indicibili torture, nel corso delle quali perse la vista. Alla fine venne condannata a morte perché non volle fare abiura della sua fede: venne posta fine alla sua esistenza terrena tramite decapitazione. Santa Lucia è venerata in diverse città italiane: quella in cui la sua celebrazione è più sentita è Siracusa, dove oltre ad una messa a lei dedicata vi è anche una processione che copre le parti più importanti di questa bella città siciliana, meta turistica molto apprezzata. Ovviamente nella giornata in questione, ovvero il 13 dicembre, oltre a Santa Lucia vengono ricordate anche altre figure molto importanti, sia tra coloro che sono stati santificati, sia tra chi ad oggi è assunto al rango di beato. Tra coloro che sono santi si può ad esempio ricordare la figura di Sant’Auberto, mentre tra coloro che la Chiesa ed il mondo cristiano celebrano come beati si può menzionare il nome di Antonio Grassi.

La vita della Beata



© RIPRODUZIONE RISERVATA