SANT’ANDREA APOSTOLO, OGGI 30 NOVEMBRE/ Video, il miracolo della “manna” ad Amalfi

- Matteo Fantozzi

Sant’Andrea Apostolo, video: il 30 novembre si celebra il Patrono ufficiale di Amalfi. Il miracolo della “manna” si è rinnovato anche oggi

sant'Andrea Apostolo
Statua di sant'Andrea nella basilica di San Pietro (Wikipeida)

Si festeggia oggi, 30 novembre, Sant’Andrea Apostolo, patrono di Romania, Ucraina e Russia. Una ricorrenza molto sentita anche in Scozia, come rammenta Giornale di Brescia nell’edizione online, dove tra l’altro è oggi festa nazionale. Nato a Betsaida, Andrea era un pescatore (di cui oggi è patrono) ed è l’apostolo al quale viene affidato poi il titolo di “Primo chiamato”. Andrea è però anche il Santo Patrono di Amalfi dove nelle passate ore si è verificata la “manna”, che ha permesso così di ripetere il cosiddetto “miracolo di Sant’Andrea” (il liquido che trasuda dalle sue reliquie e che si verifica proprio nel giorno della sua festa). Il santo trovò la morte in Grecia per crocifissione. Si narra che fu appeso ad una croca a forma di X, a testa in giù, da cui prese poi il suo nome. Nel 357 i suoi resti vennero portati a Costantinopoli. Nel 1206, durante la quarta crociata, il cardinale Capuano trasferì le reliquie in Italia dove trovarono dimora finale nel Duomo di Amalfi. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

Sant’Andrea apostolo si festeggia oggi

Sant’Andrea apostolo si celebra come ogni anno oggi, 30 novembre. Si tratta del patrono ufficiale della città di Amalfi. Durante le celebrazioni accorrono ad Amalfi numerosissimi visitatori i quali, riuniti in piazza del Duomo, attendono l’uscita della splendida statua di bronzo dedicata al Santo, seguendola in processione per le vie di Amalfi. La processione si conclude con la famosa e spettacolare corsa dei portatori sulla scalinata della cattedrale dedicata al Santo. Amalfi, di cui S.Andrea è patrono, è una vera e propria chicca della costiera alla quale presta il nome nonché la più antica delle repubbliche marinare. Pittoresca ed estremamente affascinante, accoglie ogni anno milioni di visitatori da tutto il mondo. San Francesco stesso vi rimase per ben 2 anni per poter venerare le reliquie di S.Andrea, custodite all’interno del Duomo. La cittadina è inoltre costellata da fontane e monumenti dedicati al patrono, molto venerato. Completamente affacciata sul mare, offre paesaggi e scorci bellissimi e suggestivi. Così come per il resto della costiera, Amalfi è famosissima per i suoi inconfondibili e gustosissimi agrumi, presenti in ogni casa e in moltissimi piatti tipici della cucina di tutta la zona. Oltre al 30 Novembre Amalfi ricorda il proprio patrono anche il 27 giugno anche se in questa occasione i festeggiamenti sono meno solenni e vantano un afflusso di persone molto minore rispetto alla festa principale.

Sant’Andrea Apostolo, la vita del Beato

Sant’Andrea Apostolo è nato a Betsaida, piccolo borgo della Galilea, era il fratello di Pietro e discepolo di san Giovanni. La devozione di S.Andrea nei confronti di Cristo avvenne nel momento in cui Giovanni lo definì “agnello di Dio”; egli infatti decise immediatamente di seguirlo e di condurlo dal fratello Pietro; dopo la chiamata di Gesù, infatti, entrambi decisero di votarsi completamente a Gesù che promise loro di farne “pescatori di uomini”. In seguito alla resurrezione Andrea iniziò a predicare la parola di Gesù nella provincia di Scizia d’Europa per poi percorrere l’Epiro e la Tracia; giunto a Patrasso contribuì attivamente alla conversione di molti. Il proconsole Egeo, riluttante a credere alle parole di Andrea, venne rimproverato aspramente dal santo; fu a quel punto che il proconsole lo fece rinchiudere in prigione. Nel frattempo i consensi nei confronti di S.Andrea erano così numerosi che egli avrebbe facilmente potuto ottenere la grazia a furori di popolo, il santo, tuttavia, decise di immolarsi per la propria causa scegliendo di andare incontro al proprio destino in nome di Gesù Cristo. Giunto di fronte al tribunale continuò a rimproverare Egeo il quale, in preda ad un’ira incontenibile, ne ordinò la morte per crocifissione. Morì, dunque, martire legato a testa in giù ad una croce a forma di X; le sue ossa vennero poi condotte in un primo momento a Costantinopoli e successivamente ad Amalfi, mentre la testa fu condotta a Roma sotto papa Pio II e conservato nella basilica di S.Pietro.

Tutti gli altri Beati di oggi

Oltre a Sant’Andrea Apostolo, vengono venerati il 30 Novembre San Galgano Guidotti, San Cuthberto Mayne, San Giuseppe Marchand, San Mirocleto e San Taddeo Liu Ruiting.

Video, la vita del Beato



© RIPRODUZIONE RISERVATA