Sant’Angelo dei Lombardi, Campania/ Il borgo dei borghi: fenice risorta dalle ceneri

- Niccolò Magnani

Sant’Angelo dei Lombardi, il comune dell’Irpina in Campania in gara per Il borgo dei borghi: una “fenice” risorta dalle ceneri del passato

Sant'Angelo dei Lombardi
Sant'Angelo dei Lombardi, l'Abbazia del Goleto (Wikipedia, 2019)

All’interno della foltissima rassegna tv de “Il borgo dei borghi” non sfugge un comune in Campania che forse meglio racconta, più di altri, il passato del territorio: quello è senza ombra di dubbio Sant’Angelo dei Lombardi. Si trova in provincia di Avellino e fu dominato, come d’altro canto molti degli antichi borghi italiani, dai longobardi, che lo ribattezzarono in questo modo. Il terremoto che nell’Ottanta mise in ginocchio l’Irpinia non lo risparmiò. Ciò nonostante Sant’Angelo dei Lombardi è risorto come una fenice dalle sue ceneri, facendo tesoro di quello che il fato e la dea bendata avevano deciso di lasciare in piedi: l’abbazia del Goleto ed il castello. Quest’ultimo risale al X secolo e ai tempi della dominazione longobarda: fu costruito in una posizione particolarmente strategica e bene riuscì ad assolvere alla sua funzione di difensore del territorio. Un restauro effettuato nel Cinquecento finì tuttavia per stravolgere completamente il suo aspetto originario: da maniero medievale fu trasformato in un’elegante residenza gentilizia e poi riportato agli antichi fasti in seguito al terremoto, quando si decise di ripristinarne nei limiti del possibile l’aspetto originario.

SANT’ANGELO DEI LOMBARDI, IL BORGO DEI BORGHI

Dell’Abbazia del Goleto – che trovate qui sopra nella bella foto panoramica – complesso religioso edificato nel XII secolo nel nome di San Guglielmo, restano ahinoi solo le rovine. Anch’esse suggestive, in ogni modo, come se neanche il terremoto potesse scalfire il suo fascino così prorompente. Ai turisti intenzionati ad esplorare Sant’Angelo dei Lombardi si consiglia, più in generale, di passeggiare a piedi tra i vicoli del borgo, non fosse altro per vedere con i propri occhi le meraviglie di un luogo in cui le lancette del tempo sembrano essersi fermate. In attesa di osservare Sant’Angelo dei Lombardi “battagliare” con gli altri comuni de Il borgo dei borghi, il sindaco Marco Marandino nelle scorse ore ha rilanciato su Facebook l’evento tv che accende i riflettori anche sul proprio paesino dell’Irpinia: «La prima puntata verrà trasmessa domenica 22 settembre alle ore 21.25 su RAI3: seguitela tutti con passione e orgoglio perché va in onda Sant’Angelo dei Lombardi, perché nel corso della serata sarà presentato il video realizzato nel nostro borgo!». Assieme ai cittadini di oggi, sono chiamati a votare (una volta al giorno la propria preferenza per il paese che rappresenta l’Irpinia nella competizione nazionale) anche i tanti cittadini santangiolesi e irpini sparsi nel mondo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA