SARA CROCE ED EX FIDANZATO HORMOZ VASFI/ Taylor Mega “non bisogna additare lei”

- Stella Dibenedetto

Sara Croce e il caso del miliardario Hormoz Vasfi che le ha chiesto la restituzione dei regali a Non è la D’Urso: la difesa di Taylor Mega

sara croce 2020 ig 640x300
Sara Croce (Foto: Instagram)

La showgirl ed influencer Sara Croce, nell’intervista rilasciata a Le Iene, parlando del suo ex, il petroliere Hormoz Vasfi, lo ha definito come una persona “che adesso mi sta dando parecchi problemi”. I due si sarebbero conosciuti al medesimo tavolo di una cena benefica, raccontando dei regali, delle avances, fino alla rottura e alla richiesta del magnate di rivolere indietro i regali per un totale di 1 milione di euro. Un atteggiamento, quello di Vasti, che però non sarebbe piaciuto molto a Taylor Mega, con il quale ha avuto anche lei una relazione. Intervenendo alla trasmissione Live Non è la d’Urso, l’influencer ha infatti detto la sua prendendo in qualche modo le difese della Croce: “Non trovo elegante chiedere indietro i regali. Non bisogna additare questa ragazza. Un uomo può fare questa richiesta solo se è incapace di intendere e volere”. Per la Mega un simile atteggiamento da parte dell’uomo è giustificato solo da una possibile motivazione: “Sicuramente il motivo è quello di umiliare l’ex fidanzata. Ho avuto una storia di sei mesi con Hormoz”, ha commentato, facendo intendere di conoscere bene l’uomo in questione. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

“Gli ho ridato tutto, anche le mutande!”

A Live – Non è la D’Urso, Barbara D’Urso legge un messaggio di Hormoz Vasfi: “la vicenda è oggetto di un procedimento civile che seguirà il suo iter”. In studio c’è Candida Morvillo che precisa: “non esistono più miliardari di una volta, avevamo Onassis. Uomini che non chiedevano indietro né la lavatrice né le cialde del caffè alla suocera, non stiamo parlando del visone. Questo è qualcosa che nessun operaio, disoccupato chiederebbe al suo ex dopo una rottura. Questo uomo si rende ridicolo, tutta la sua reputazione viene meno”. Anche Taylor Mega è sorpresa dal comportamento dell’ex fidanzato Hormoz Vasfi: “mi sorprende, sicuramente ci sarà stato uno screzio e forse si vuole vendicare, oppure vuole comparire”. Anche Sara Croce nell’intervista rilasciata a Le Iene racconta: “io gli ho ridato tutto, dalla macchina, borse, vestite e mi ha richiesto anche le mutande. Poi mi arriva l’atto di citazione di ben 30 pagine dove spiega per filo e per segno tutto quello che avrei fatto per truffarlo. Voleva solo farmi una infamata”. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

Sara Croce e l’ex fidanzato Hormoz Vasfi: “Sono stata ammaliata”

A Live – Non è la D’Urso si parla di Sara Croce e del caso di Hormoz Vasfi. In studio c’è anche Taylor Mega che in passato è stata legata sentimentalmente all’imprenditore e petroliere. La influencer difende la Madre Natura di Ciao Darwin: “sinceramente non trovo molto elegante richiedere i regali indietro da parte di un uomo, se no si chiamerebbero prestito”. Sara Croce non è ospite in studio, ma vengono riproposte le dichiarazioni rilasciate a le Iene: “sono stata ammaliata da questo magico uomo che mi trattava come una regina. A cena fuori sempre con il conto pagato, poi mi portava in centro a comprare delle cose, viaggi, cene di lusso, era divertente!”. La Bonas di Avanti un Altro precisa: “è come se fosse stato un secondo padre, era sempre presente per me, all’inizio pensavo lo facesse per il mio bene. Era un modo per raggirarmi, chiudermi in una bolla di vetro, facevo una vita da mantenuta che non vorrò mai”. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

Sara Croce e il caso Hormoz Vasfi: “facevo la mantenuta..”

Sara Croce e il caso miliardario Hormoz Vasfi al centro della nuova puntata di Live – Non è la D’Urso in onda domenica 1° novembre. Dopo settimane di dichiarazioni, Barbara D’Urso cercherà di fare il punto della situazione dopo l’intervista che la Croce ha rilasciato ai microfoni de Le Iene Show trasmessa nella puntata del 27 ottobre. Sara Croce e il petroliere Hormoz Vasfi si sono conosciuti ad una cena benefica. Una serata tranquilla durante la quale hanno chiacchierato serenamente. Sara ha raccontato di aver avuto subito un’ottima impressione. “Non è mai stato pressante, stava sempre nel suo. Piccole cose e poi ha cominciato ad essere sempre più presente. Ha cominciato a riempirmi di rose, andavo a mangiare e trovavo il conto già pagato”, ha raccontato la Croce senza nascondere di essere stata colpita dalle attenzioni che le rivolgeva Vasfi. Un corteggiamento durato un mese. “Quest’uomo mi trattava come se fossi una regina”, ha aggiunto la Croce. Dopo un mese sono andati in vacanza a Dubai. Tornata in Italia è iniziata ufficialmente la frequentazione. “Mi dava dei consigli. E’ brutto da dirsi, ma è come se fosse stato un secondo padre. Mi dava consigli, ma all’inizio pensavo lo facesse per il mio bene, ma era per chiudermi un po’ in una bolla di vetro. Facevo la mantenuta che è una vita che non vorrò mai“, ha puntualizzato la Croce.

SARA CROCE, LA LITIGATA CON HORMOZ VASFI

Pur apprezzando le attenzioni che riceveva da Hormoz Vasfi, ad un certo punto della frequentazione, Sara Croce avrebbe cominciato a sentire l’esigenza di essere più indipendente. Un desiderio che, però, il miliardario non condivideva. I primi due mesi, però, sono stati da sogno fino a quando un viaggio negli Stati Uniti avrebbe rovinato tutto. “Abbiamo fatto New York e Capodanno a Las Vegas. Per carità, tutti i comfort: business class, solite sue menate, hotel bellissimi. Doveva essere un viaggio bellissimo che si è rivelato un incubo. Era diventato troppo insistente. Fino a che una volta abbiamo litigato pesantemente in camera, ha preso due mie borse e le ha buttate fuori dal quarantesimo piano dell’hotel, cosa che mi ha fatto un po’ spaventare perché non è un comportamento normale finchè io, il 2 gennaio, ho deciso di lasciarlo e andarmene, ha aggiunto Sara. Da quel momento il distacco finchè non decidono di riprovarci fino al lockdown. “Lui inizia a chiamarmi tutti i giorni, tutto il giorno, al mattino, a pranzo, alle 3, alle 6 ed è sempre molto insistente perché vuole fare questa benedetta videochiamata”. Dopo il lockdown si sno ritrovati andando a cena al ristorante di Carlo Cracco per il compleanno di lei che, come regalo, ha ricevuto un’auto. Hormoz Vasfi, quella sera, avrebbe gradito che Sara pubblicasse sui social le foto della sua vita, cosa che Sara non hai mai fatto. Da lì una litigata che ha portato alla definitiva rottura. Ora mi ridai tutta la refurtiva perché sei una truffatrice”, sarebbero state le parole dette da Vasfi durante quella che la Croce ha definito la “litigata peggiore della mia vita”. Durate la puntata di Live Non è la D’Urso, emergeranno altri dettagli?

© RIPRODUZIONE RISERVATA