Sara Pinna: “Frase razzista? Mi sono scusata”/ “Gli insulti ricevuti sono alla pari”

- Anna Montesano

Sara Pinna, ospite a Pomeriggio 5, si scusa per la frase “infelice” detta al piccolo tifoso e sbotta: “Ho ricevuto insulti altrettanto gravi”

sara pinna pomeriggio5 640x300
Sara Pinna, Pomeriggio 5

Sara Pinna, le scuse a Pomeriggio 5 per la “frase molto infelice”

Dopo la frase che le ha causato non poche critiche, Sara Pinna è ospite di Barbara D’Urso a Pomeriggio 5 per spiegare la sua posizione e quanto accaduto. Ricordiamo che la conduttrice di “Terzo Tempo biancorossa”, durante un collegamento con alcuni tifosi, si è lasciata andare ad una frase infelice che ha scatenato l’ira di molti telespettatori.

In diretta a Canale 5, la Pinna svela di essersi scusata subito con i tifosi su vari gruppi social e di aver telefonato al papà del bambino del collegamento, chiedendogli scusa personalmente. “Il papà di Michele mi ha dato il suo numero, permettendomi di scusarmi e ha accettato le mie scuse. – ha raccontato – Pensavo bastasse questo ma non è stato così.”, ha quindi aggiunto la conduttrice.

Sara Pinna sbotta: “Gli insulti che ho ricevuto sono ugualmente gravi”

Sara Pinna ammette però di non sentirsi in colpa: “Io però sono serena con me stessa, e vi spiego perché.” E dichiara: “Ho riconosciuto la frase poco appropriata, mi sono scusata e riscusata poi devo constatare che quello che ne è venuto fuori è di una gravità forse pari. Io da chi mi devo far giudicare? Da un ordine dei giornalisti e non sono giornalista, da scrittori che insultano una madre forse per vendere più libri? Da un popolo social che ha usato termini imbarazzanti? Io credo che se mi scuso e voglio rimediare, la persona vada perdonata.”

Per la conduttrice, gli insulti ricevuti sono infatti gravi tanto la frase infelice da lei pronunciata durante la trasmissione sportiva. In studio, d’altronde, la Pinna viene ammonita da Barbara D’Urso ma anche da Alessandra Mussolini che si dice offesa dalle parole usate dalla conduttrice.





© RIPRODUZIONE RISERVATA