Sara Tommasi/ “Sono finalmente rinata grazie a due angeli, e alla fede in Dio”

Sara Tommasi racconta la sua rinascita dopo aver toccato il fondo, intervistata da Novella 2000

sara_tommasi_sci_2018
Sara Tommasi

E’ una persona diversa Sara Tommasi. La nota showgirl di Terni ebbe un picco di popolarità fino nella prima decina d’anni dei 2000, grazie alla partecipazione a L’Isola dei Famosi, a un calendario e alla conduzione di alcuni programmi tv. Poi la caduta nell’oblio a seguito di alcune conoscenze sbagliate che l’hanno portata in un tunnel da cui è riuscita a riemergere dopo una lotta dura e faticosa. «Sono felicissima, mi sono ripresa la mia vita – le parole rilasciate ai microfoni di Novella 2000 – basta con le cose sporche del passato, sono pulita, voglio vivere da pulita». Ed in effetti Sara appare una persona nuova, ed è pronta a tornare in tv alla conduzione di un programma su Sky. Tutto merito del suo angelo e agente, Debora Cattoni, conosciuta cinque anni fa: «Un angelo sulla mia strada – spiega la Tommasi – anche lei della provincia di Terni, nel 2014 mi ha cercata, intervistata per il suo magazine “Selfie made girl”, è nata subito un’affinità particolare. Ora ci chiamano Thelma & Louise. E’ stata lei a farmi rinascere: mi ha riportata nel mondo dello spettacolo, è la mia guida, sto ricostruendo la vita attorno a lei».

SARA TOMMASI: “SONO RINATA”

In realtà sono due gli angeli della sua vita, visto che da un anno a questa parte la bella Sara è fidanzata con Angelo, di nome e di fatto: «Era mio fan. Ci siamo conosciuti al supermercato. È una persona normale, con cui faccio cose normali, niente più eccessi. È quello che mi chiama non solo per andare in discoteca, ma anche se ho voglia di restare a casa. Lui e Debora sono i miei punti fermi». Ma la Tommasi non intende fare le cose di fretta: «Con lui sto benissimo, stiamo pensando di sposarci entro quest’anno, ma per ora non conviviamo, è presto, dopo la malattia ho avuto bisogno di stare tanto sola per trovare l’equilibrio, ho ancora bisogno dei miei spazi, sto rinascendo. Ci sono ancora sfide che devo vincere da sola». Una rinascita resa possibile grazie anche ad una nuova fede in Dio: «Il disastro è stato tutta colpa di amicizie sbagliate che in passato mi hanno risucchiata, persone che ora ho allontanato. Però mi sento in colpa, me la sono anche andata a cercare, ho fatto scelto sbagliate, mi assumo le mie responsabilità ma prego Dio perché mi perdoni, una ragazza bella, intelligente, laureata alla Bocconi non doveva perdersi a chiacchiere con certa gente».



© RIPRODUZIONE RISERVATA