Sarri nuovo allenatore della Juventus?/ Si aspetta solo l’ok di Roman Abramovich

- Michela Colombo

Se Sarri dovesse divenire il nuovo allenatore della Juventus, Hysaj potrebbe seguirlo in bianconero

maurizio sarri allenatore juventus
Maurizio Sarri (LaPresse)

Maurizio Sarri sarà il nuovo allenatore della Juventus? Secondo quanto riportato da Gianluca Di Marzio il tecnico fresco vincitore dell’Europa League avrebbe incontrato la direttrice esecutiva del Chelsea Marina Granovskaia. Un incontro positivo che avrebbe di fatto avvicinato il tecnico alla società otto volte di fila campione d’Italia e che potrebbe permettere l’ufficialità già nelle prossime ore. Sarri si sarebbe confrontato prima con il suo procuratore Fali Ramadani per poi ribadire anche al Chelsea la sua volontà di tornare in Italia. Ora pare che si aspetti solo l’ok di Roman Abramovich per poi vedere chiudersi questa infinita telenovela di calciomercato. Intanto però c’è chi insiste nello smentire questa possibile trattativa con la sensazione che alla fine i bianconeri tireranno fuori dal cilindro il nome di Pep Guardiola. Pare infatti, per alcuni, che il catalano abbia già un accordo con i bianconeri e che l’ufficialità arriverà lunedì per dare il tempo al Manchester City di chiudere con il tecnico finalista di Champions League Mauricio Pochettino. (agg. di Matteo Fantozzi)

“HYSAJ LO SEGUIREBBE IN BIANCONERO”

Maurizio Sarri è in cima alla lista dei desideri della Juventus per la panchina 2019-2020, al pari di Pep Guardiola. Numerosi coloro che sono convinti che alla fine il tecnico del Chelsea possa divenire la prossima guida dei campioni d’Italia, a cominciare dal commissario tecnico della nazionale albanese, Edy Reja, anch’egli ex allenatore del Napoli: «Juve? Penso di sì, ho questa sensazione, altrimenti non so la Juve da che parte possa andare». Il goriziano ha comunque qualche remora: «Sarri è un tecnico particolare – le sue parole rilasciate ai microfoni del Corriere dello Sport – lo vedrei meglio con una squadra giovane e di qualità, i giovani lo seguono totalmente, gli anziani fanno più fatica ad accettare. Ho sentito già qualche chiacchiera in questo senso alla Juve. Lo vedrei meglio in una squadra più fresca, è molto esigente e meticoloso dal punto di vista tattico». E attenzione alle parole rilasciate anche da Mario Giuffreddi, l’agente di Hysaj, che intervistato da Radio Crc ha parlato così del futuro del proprio assistito, pronto a lasciare il club partenopeo durante il prossimo calciomercato estivo: «Secondo me Sarri andrà alla Juventus e quale giocatore non vorrebbe seguire l’allenatore che l’ha fatto esprimere più di tanti altri?». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

SARRI NUOVO ALLENATORE DELLA JUVENTUS? PIRLO E BARZAGLI NELLO STAFF

Il nome di Maurizio Sarri continua ad essere uno dei più caldi in casa Juventus assieme a quello di Pep Guardiola. Secondo il quotidiano La Stampa il tecnico ex Napoli sarebbe davvero vicino a sbarcare a Vinovo, al punto che sarebbe già pronto un contratto triennale da 6.5 milioni di euro netti a stagione, uno in meno all’anno rispetto a quanto percepito dal suo eventuale predecessore, Max Allegri. Inoltre pare che nello staff vi possano esservi anche due grandi ex bianconeri come Andrea Pirlo, ex centrocampista della Vecchia Signora, e Andrea Barzagli, che ha appeso le scarpe al chiodo negli scorsi giorni, con il contratto in scadenza. Secondo quanto stabilisce il Times sarà fondamentale capire come evolverà la questione fair play finanziario in casa Chelsea, visto che, nel caso in cui alla fine arrivasse il blocco di mercato per i Blues, a quel punto è molto probabile che la dirigenza trattenga a Londra il tecnico toscano, visto che la rosa è stata costruita proprio a sua immagine e somiglianza. «Sarri è un allenatore da Juventus – le parole dell’operatore di mercato, Giocondo Martorelli, ai microfoni di Tuttomercatoweb – nel momento in cui i bianconeri hanno scelto di non continuare con Allegri evidentemente hanno deciso di cambiare e andare alla ricerca del gioco. Sarri sarebbe l’ideale per cambiare tendenza». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

SARRI NUOVO ALLENATORE DELLA JUVENTUS: LA CARTA EMERSON PALMIERI

Continua a circolare il nome di Maurizio Sarri negli ambienti Juventus. Nonostante il tecnico del Chelsea sia fresco della vittoria dell’Europa League dopo la bella vittoria contro l’Arsenal di due sere fa, l’ex Napoli potrebbe lasciare Londra dopo una sola stagione per rientrare in Italia. Per correttezza d’informazione va detto come a riguardo vi siano notizie discordanti, visto che una parte della stampa e dei media, racconta di come Sarri stia trattando il divorzio dai Blues, mentre un’altra parte è convinta che alla fine il Chelsea abbia cambiato atteggiamento nelle ultime ore, proprio proprio dopo il successo in campo internazionale, decidendo alla fine di trattenere allo Stamford Bridge l’allenatore toscano. Un’altra versione è fornita dall’edizione di oggi di Tuttosport, secondo cui la Juventus starebbe pensando di allargare l’operazione Sarri anche al difensore ex Roma, Emerson Palmieri. Il terzino sinistro sarebbe infatti da tempo nel mirino della Vecchia Signora, e l’idea della stessa è quella di non pagare l’indennizzo richiesto dal Chelsea per il proprio tecnico, ma appunto di acquistare l’ex giallorosso in cambio di un assegno da 25-30 milioni di euro. Tra l’altro con i Blues vi è in ballo anche il discorso legato ad Higuain, in prestito a Londra e pronto a fare ritorno a Torino. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

SARRI NUOVO ALLENATORE JUVENTUS?

Giornata decisiva per scoprire se Maurizio Sarri sarà il nuovo allenatore della Juventus: già nella giornata di ieri infatti l’agente Ramadani ha incontrato la dirigenza del Chelsea e oggi lo stesso allenatore siederà al tavolo dei Blues per discutere del proprio futuro, che che sia questo legato o meno alla Vecchia Signora. Non possiamo infatti dimenticare che l’eventuale addio di Sarri al Chelsea non è direttamente collegato al suo possibile approdo a Torino ma oramai le intenzioni della dirigenza bianconera paiono più che evidenti. Secondo poi quanto ci racconta questa mattina la Gazzetta dello sport, pare proprio che il divorzio tra il club inglese e il tecnico campano sia cosa ben possibile, nonostante il trofeo appena vinto: pare infatti che Marina Granovskaia, braccio destro del patron Abramovich abbia dato il via libera alla partenza dello stesso Sarri, dietro però a indennizzo  di circa 6-7 milioni di euro. Ora la palla passa a Maurizio Sarri quindi e soprattuto allo stesso Abramovich, che avrà l’ultima parola sulla questione. Intanto la Juventus, che ha visto in Sarri il suo nuovo allenatore, attende quindi risposte da Londra ma si respira aria di ottimismo a Torino. (agg Michela Colombo)

CHIESTA LA RESCISSIONE

Maurizio Sarri potrebbe diventare il nuovo allenatore della Juventus se andrà a buon fine l’incontro che tra poco lo vedrà protagonista insieme all’agente Fali Ramadani e ai rappresentanti del Chelsea. Un meeting programmato e del quale abbiamo parlato in precedenza: attenzione, vale la pena specificare che un’eventuale rescissione del contratto non sarà automaticamente decisivo per l’approdo del tecnico sulla panchina bianconera ma, certamente, aumenterebbe le possibilità del matrimonio tra le due parti. Sarri chiederà di risolvere il rapporto che lo lega ai Blues per altre due stagioni: così facendo il club che lo dovesse acquistare non dovrebbe pagare i 5 milioni di clausola rescissoria, altrimenti necessari a meno che non si arrivi a qualche altra forma di accordo. La Juventus attende alla finestra, ma per quanto risulta l’opzione Sarri resterebbe secondaria rispetto alla possibilità di chiudere l’operazione che porta a Pep Guardiola: in ogni caso questo potrebbe essere un pomeriggio determinante, anche per quanto riguarda altre società che hanno manifestato interesse verso l’attuale allenatore del Chelsea. (agg. di Claudio Franceschini)

SARRI NUOVO ALLENATORE JUVENTUS? IL COMMENTO DI ANTONELLI

Nuove indiscrezioni sulla possibilità che Maurizio Sarri diventi il nuovo allenatore della Juventus: l’operatore di calciomercato Stefano Antonelli è intervenuto a Si gonfia la rete, trasmissione condotta da Raffaele Auriemma su Radio Marte, e ha detto la sua sull’operazione che potrebbe portare il tecnico in bianconero. “La Juventus resta la prima opzione del toscano” ha detto Antonelli, che ha rimarcato come l’affare possa essere in dirittura d’arrivo ma con possibili sorprese, vale a dire che Sarri è seguito anche da Milan e Roma e che, pur preferendo i bianconeri, potrebbe comunque virare altrove. Quello che sembra certo è che Fali Ramadani e l’entourage dell’allenatore avrebbero chiesto al Chelsea la rescissione del contratto, così che la società che dovesse scegliere Sarri non sia costretta a pagare la clausola da 5 milioni di euro; in più Antonelli è convinto che “la Juventus non ha programmato il post-Allegri, nel momento in cui le strade si sono ufficialmente separate i bianconeri hanno iniziato a progettare e Sarri è uno dei nomi caldi”. Dunque, staremo a vedere quello che succederà. (agg. di Claudio Franceschini)

POSSIBILE SCAMBIO CON ALLEGRI

La nuova ipotesi che potrebbe legare Maurizio Sarri alla panchina della Juventus arriva dal Corriere dello Sport: il quotidiano ipotizza quello che sarebbe un vero e proprio scambio di panchine con il Chelsea. Ci stiamo dimenticando troppo spesso del fatto che Massimiliano Allegri per il 2019-2020 non abbia ancora una squadra; tra quelle possibili, perchè non i Blues? Sarebbe anche un modo per risparmiare su quei famosi 5 milioni di clausola rescissoria visto che al Chelse arriverebbe appunto Allegri, che ha ancora un contratto con la Juventus. Detta così, sarebbe un affare per tutti: la Juventus avrebbe un allenatore gradito e che infatti ha sempre rappresentato la seconda opzione dietro Pep Guardiola, il Chelsea sistemerebbe la sua panchina con un altro italiano (restando dunque fedele alla sua storia recente, perchè i Blues sono stati allenati da Gianluca Vialli, Roberto Di Matteo, Carlo Ancelotti, Antonio Conte e appunto Sarri) e i due toscani tornerebbero in sella con nuove sfide intriganti e comunque valide dal punto di vista del progetto, entrambi in Champions League con la possibilità di correre per arrivare in fondo. Sarà questo il puzzle che si comporrà tra qualche giorno? (agg. di Claudio Franceschini)

LE PAROLE A BAKU

Ancora attesa per Maurizio Sarri, che deve trattare con il Chelsea prima di diventare, eventualmente, il nuovo allenatore della Juventus: tuttavia le ultime indiscrezioni puntano su quanto diciamo da giorni, ovvero che il fresco vincitore dell’Europa League sarebbe soltanto il piano B dei bianconeri. Il primo resta Pep Guardiola: tuttavia, visto che la trattativa per il tecnico spagnolo è complicata dal punto di vista economico – nonostante l’accordo sia già sul tavolo – Andrea Agnelli porta avanti anche l’operazione Sarri, con il quale si sarebbe già inteso sulla base di un contratto triennale. Adesso arriva il gioco delle parti: prima di firmare con la Juventus Sarri dovrà comunque salutare il Chelsea, e non sarà semplice perchè il trofeo vinto mercoledì sera a Baku potrebbe spingere la proprietà dei Blues a confermarlo. Cosa che al toscano non dispiacerebbe nemmeno troppo: in più le dichiarazioni post-finale di Europa League, con tanto di dedica ai tifosi del Napoli, non sembrano essere molto in linea con un imminente futuro bianconero e anche questo sarebbe un indizio che allontana l’allenatore del Chelsea dalla possibilità di sedersi sulla panchina della Juventus. Ad ogni modo, staremo a vedere… (agg. di Claudio Franceschini)

IL CHELSEA ADESSO FRENA

Maurizio Sarri sarà il nuovo allenatore della Juventus? L’ipotesi è ancora in piedi, ma la vittoria dell’Europa League può davvero cambiare tutto. Adesso infatti, scrivono dall’Inghilterra, il tecnico toscano non appare più in bilico: il Chelsea come detto avrebbe individuato nel grande ex Frank Lampard il sostituto di Sarri, ma aver alzato la coppa al cielo di Baku può rappresentare il suo biglietto per la conferma. Difficile allontanare un allenatore che ha vinto in campo internazionale: si parla dunque di una Marina Granovskaia – che comanda in tema di calciomercato – quasi “obbligata” a confermare l’ex tecnico del Napoli. Fali Ramadani incontrerà a breve il Chelsea, sul tavolo c’è sempre l’idea di liberarlo (eventualmente senza indennizzo) ma a questo punto la posizione della società londinese potrebbe essere diversa. Anche perchè Roman Abramovich, che ha visto dal vivo la finale di Europa League, non sarebbe molto dell’idea di fare a meno di un allenatore del genere (lo scrive il Guardian): la Juventus aspetta, forte del fatto di avere una sorta di accordo con Pep Guardiola ma anche stuzzicata dalla suggestione di risparmiare sull’ingaggio e portarsi in casa un tecnico comunque di ottimo livello. (agg. di Claudio Franceschini)

A BREVE L’INCONTRO CON IL CHELSEA

Sono ore caldissime specie per tifosi bianconeri che attendono di sapere con certezza se Sarri sarà il nuovo allenatore della Juventus per la prossima stagione. Lo avevamo detto già giorni fa: il tecnico campano avrebbe atteso la finale di Europa league a Baku col suo Chelsea prima di interessarsi alla questione. Ora però la sfida è stata disputata e ha pure visto il grande trionfo dei Blues a spese dell’Arsenal: è tempo quindi di capire se il futuro di Sarri sarà a Londra o a Torino. Le sue parole nel post gara di ieri, pur condite dalle solite frasi di prudenza, paiono suonare come un addio, o per lo meno confermano che la sua presenza sulla panchina dei Blues non è così certa, pur con altri due anni di contratto sul tavolo. Quello che è accertato è che in questo giorni è atteso un confronto a 360° tra il tecnico e la dirigenza del Chelsea, mentre Agnelli continua a tessere tele per portare Sarri a Torino come nuovo allenatore della Juventus. Se poi davvero l’affare tra il campano e la Vecchia signora dovesse chiudersi, la vittoria della Coppa europea sarebbe un ultimo grande schiaffo alla stampa inglese, che mai ha risparmiato feroci critiche allo stesso tecnico.

AGNELLI SMENTISCE IL CONTATTO

In attesa quindi che in casa dei blues si chiarisca la posizione dello stesso allenatore campano ecco che la Juventus non ha certo smesso di puntare a Sarri come prossimo allenatore della Juventus. Ieri poi come è noto Agnelli era a Baku per assistere alla finale di Europa League tra Chelsea e Arsenal, ufficialmente come presidente dell’Eca. Non è però impossibile pensare che lo stesso presidente bianconeri ne abbia approfittato per approcciare i dirigenti Blues e soprattutto Marina Granovskaia, braccio destri del patron Abramovich. Ufficialmente però lo stesso Agnelli ha fatto sapere di non avere incontrato Sarri: eppure secondo la Gazzetta dello Sport oggi Alessandro Pellegrini, manager del tecnico sarà a Londra per parlare con la dirigenza del club inglese: staremo a vedere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA