SARRI NUOVO ALLENATORE JUVENTUS?/ Chiesto un contratto da 6 milioni all’anno

- Mauro Mantegazza

Sarri nuovo allenatore Juventus? Maurizio favorito dopo l’incontro con Paratici, il Chelsea sembra più morbido e si fanno già le cifre…

maurizio sarri allenatore juventus
Maurizio Sarri (LaPresse)

Maurizio Sarri nuovo allenatore della Juventus è l’ipotesi sempre più credibile man mano che passano i giorni. Si parla già delle possibili cifre dello stipendio: Sarri, che attualmente percepisce 5 milioni all’anno dal Chelsea, ne avrebbe chiesti 6 per passare sulla panchina della Juventus. La società inglese a quanto pare non ne farebbe un dramma, perché il ds Marina Granovskaia avrebbe già pronta una soluzione economica e affascinante per i tifosi, con due idoli come Frank Lampard e Petr Cech al timone dei Blues. Tutto però naturalmente si deciderà dopo le finali europee che coinvolgono il Chelsea di Sarri e anche il Tottenham di Mauricio Pochettino, altro possibile candidato alla panchina della Juventus per la prossima stagione, senza sottovalutare il fatto che naturalmente c’è sempre la variabile Pep Guardiola che potrebbe rimescolare le carte. Sarri però piace per il gioco offensivo e perché sarebbe intenzionato a valorizzare alcuni giocatori che con Allegri erano finiti ai margini, su tutti naturalmente Gonzalo Higuain (di cui parliamo nel paragrafo sotto), ma non solo. Da Rugani a Douglas Costa, da Pjanic a Dybala, Sarri sarebbe intenzionato a recuperarli e la cosa naturalmente farebbe ben felice la Juventus… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SARRI IDEALE PER HIGUAIN

Rimane sempre calda la pista di mercato che porterebbe Maurizio Sarri a diventare il nuovo allenatore della Juventus: come abbiamo detto la dirigenza bianconera pare molto interessata al tecnico ex Napoli e il clima di tensione che lo circonda al Chelsea potrebbe essere il segnale per dare il via alle trattative ufficiali. Intanto per i tabloid inglesi, chi fa il tifo per Sarri come allenatore della Juvetus per la prossima stagione è senza dubbio Gonzalo Higuain, tra i preferiti dello stesso allenatore fin ai tempi del Napoli. Come è ben noto poi il Pipita a fine stagione non verrà riscattato dal Chelsea (dove è arrivato per precisa richiesta dello stesso Sarri) e dovrà fare ritorno a Torino (i bianconeri detengono ancora il cartellino, pur avendolo ceduto prima al Milan e poi ai Blues) e di certo vorrà sulla panchina un allenatore che crede in lui. (agg Michela Colombo)

SARRI IL PREFERITO DAI BIANCONERI

E’ sempre più calda la pista che porterebbe Maurizio Sarri al ruolo di allenatore della Juventus: eppure come abbiamo visto prima la strada non è certo priva di ostacoli, visto che il Chelsea pure potrebbe chiedere un indennizzo di 5 milioni per privarsi anzitempo del tecnico. Tale cifra richiesta non è impossibile per la Vecchia Signora, che pare avere una predilezione per lo stesso allenatore ex Napoli, benchè certo non si sia affatto sfoltita la lista dei possibili candidati alla panchina per la prossima stagione. A piacere alla dirigenza bianconera sono infatti il gioco estremamente offensivo, oltre che una la situazione più favorevole che si è creata in casa Blues per chiudere l’affare. Non è certo un mistero che i rapporti tra Sarri e la tifoseria oltre che pure nello spogliatoio siano ben tesi e non è detto che i pur ottimi rapporti tra il tecnico ex Napoli e la ds Marina Granovskaia siano sufficientemente forti per evitare il divorzio. Secondo poi il Corriere dello sport, questa non è la prima volta che la dirigenza bianconera vede Sarri come possibile prossimo allenatore della Juventus: pare che a Torino vi fosse già un’altissima considerazione del tecnico, specie quando nella stagione 2017-2018 della Serie A Sarri realizzò 91 punti col Napoli, rivelandosi fino all’ultimo nemico efferato dello stesso Allegri. (agg Michela Colombo)

L’INCONTRO CON PARATICI

Maurizio Sarri è il candidato numero uno per il ruolo di nuovo allenatore della Juventus: ne è sicura La Gazzetta dello Sport in edicola oggi, che titola “Juve Sarri oh yes”. Il punto focale è il viaggio di Fabio Paratici a Londra: il dirigente bianconero ha incontrato anche il fratello di Mauricio Pochettino, ma naturalmente è stato il faccia a faccia con Sarri in prima persona l’evento principale del blitz londinese di Paratici. Tra i due Maurizio Sarri è quello che più facilmente potrebbe arrivare alla Juventus, anche perché il rapporto dell’allenatore toscano con l’ambiente Chelsea non è sicuramente forte come quello di Pochettino con il Tottenham. Molto dipenderà dall’esito delle due finali che vedranno protagonisti i Blues e gli Spurs settimana prossima, ma la sensazione è che una sconfitta del Chelsea possa essere il capolinea per Sarri molto più facilmente di quanto lo sarebbe per Pochettino al Tottenham.

SARRI NUOVO ALLENATORE JUVENTUS? LA SITUAZIONE CON IL CHELSEA

Naturalmente non tutto è scontato: per diventare il nuovo allenatore della Juventus, Maurizio Sarri dovrà infatti liberarsi da un contratto in essere che prevede per lui altri due anni sulla panchina del Chelsea. I nomi sono ancora molti e la suggestione legata a Pep Guardiola è particolarmente forte, ma la situazione del tecnico catalano è ancora più complessa – e naturalmente anche lo stipendio sarebbe ben più alto. Sarri alla Juventus sarebbe una sfida affascinante sia per l’allenatore sia per la società bianconera: ai tempi del Napoli la rivalità era stata forte, ma comunque nulla che non si possa superare – Massimiliano Allegri nel 2014 non era certo amato dai tifosi della Juventus – ed inoltre viene ritenuto il tecnico giusto per fare un passo in avanti anche nella qualità di gioco. Inoltre l’esperienza al Chelsea gli ha fatto bene: al Napoli Sarri non sembrava in grado di gestire il doppio impegno, con i Blues è arrivato in finale di Europa League.

© RIPRODUZIONE RISERVATA