Sassoli parla a Tikhanovskaya ma è scherzo/ Video “Lukashenko pazzo” e svela linea Ue

- Silvana Palazzo

David Sassoli vittima di uno scherzo dalla Russia: video. E lui dichiara al telefono: “Lukashenko folle”, poi il presidente del Parlamento europeo rivela su Bielorussia e sanzioni russe…

david sassoli 2019 lapresse 640x300
David Sassoli, foto da Lapresse

David Sassoli spara a zero contro il presidente bielorusso, poi parla del caso Navalny e delle possibili sanzioni alla Russia. Ma non sa di essere vittima di uno scherzo telefonico. Così le strategie del Parlamento europeo diventano di dominio pubblico, creando non poco imbarazzo oltre che un caso internazionale. È accaduto nei giorni scorsi, quando Vladimir Krasnov e Alexei Stolyarov – due comici noti al pubblico in Russia come “Vovan e Lexus” – si sono finiti per il presidente lituano Gitanas Nauseda e la leader dell’opposizione bielorussa Svetlana Tikhanovskaya. Ignaro di essere registrato, e soprattutto di essere vittima di uno scherzo, Sassoli ha spiegato che il Parlamento europeo è molto preoccupato per la situazione in Bielorussia, quindi ha chiesto a Tikhanovskaya come stesse e l’ha invitata a Strasburgo, ma ha anche promesso di discutere della possibilità di una visita con David McAllister, presidente della Commissione per gli affari esteri. Quando però si è arrivati a parlare di Lukashenko si è lasciato andare: “Noi pensavamo fosse solo un dittatore, invece è un dittatore folle”.

DAVID SASSOLI VITTIMA DI UNO SCHERZO TELEFONICO

Fanno discutere anche le dichiarazioni sulle sanzioni alla Russia. Nella parte finale della conversazione, infatti, il finto presidente lituano ha espresso la sua preoccupazione per la vicenda dell’attivista russo Alexey Navalny, spiegando che le indagini potrebbero durare anni, quindi ha chiesto se fosse possibile introdurre subito delle sanzioni nei confronti della Russia. David Sassoli allora ha rivelato che la proposta è nelle mani del Consiglio europeo. “So che stanno lavorando a questa iniziativa”, ha dichiarato il presidente del Parlamento europeo. Poi ha promesso che si sarebbe informato nella speranza che la procedura sia rapida. La finta Svetlana Tikhanovskaya ha quindi proposto di bloccare il Nord Stream come ritorsione nei confronti della Russia. In questo caso Sassoli, mentre la registrazione dello scherzo proseguiva a sua insaputa, ha replicato: “Non è una decisione che compete al Parlamento europeo”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA