SCHINDLER’S LIST, RETE 4/ “Opera d’arte” vincitrice di 7 premi Oscar

- Matteo Fantozzi

Schindler’s List in onda su Rete 4 oggi, 24 gennaio, alle 21.20. Regia di Steven Spielberg. Nel cast Liam Neeson, Ben Kingsley. Lo streaming del film

Schindlers List 2019 film 640x300
Schindler’s List

Schindler’s List è il film capolavoro del regista Premio Oscar Steven Spielberg. A distanza di 25 anni dalla vittoria di sette Premi Oscar, la pellicola è ancora oggi uno dei quei film “must to see”. Il film diretto dal regista Steven Spielberg è tratto dal romanzo “La lista di Schindler” di Thomas Keneally che nel suo libro ha raccontato la vera storia di Oskar Schindler. Tutta la pellicola è stata girata in bianco e nero, una scelta non casuale quella fatta dal regista, anche se ci sono degli inserti a colori come la scena della bambina con il cappottino rosso. Il film, campione d’incassi al botteghino, ha permesso a Steven Spielberg di dar vita alla Survivors of the Shoah Visual History Foundation, una organizzazione no-profit dedicata alla collezione audio-video delle testimonianze di circa 52.000 sopravvissuti. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

Schindler’s List: Un film costruito per essere documento di memoria

Schindler’s List è “un film concepito e costruito per essere definitivo, come memoria, opera d’arte e come documento”. Pino Farinotti premia il film con quattro stellette sulle cinque messe a disposizione da MyMovies: “La qualità cinematografica è altissima, del resto nessuno ne avrebbe dubitato conoscendo le attitudini di Steven Spielberg“. Il film è entrato nell’immaginario della gente per diverse sequenze e per quel cappottino rosso che fa commuovere e regala un grande e imprevedibile dolore interiore. Ancora una volta l’Olocausto viene raccontato dal cinema, ma stavolta con tatto e la voglia di salvare delle persone che di certo non avevano colpa per meritare quello che hanno subito. Schindler’s List sarà trasmesso da Rete 4, clicca qui per la diretta streaming. Clicca qui per il video del trailer.

Ecco perchè il film è in bianco e nero

La particolare scelta del regista di girare in bianco e nero Schindler’s List è un modo per sottolineare la concezione del film-documentario, quasi sostituendo il regista al reporter che documenta i terribili fatti della Shoah. I colori che per Steven Spielberg rappresentano la vita, lasciano, il posto ai toni spenti del bianco e nero quando la narrazione dei fatti interrompere la tranquillità nel ghetto di Cracovia. Caratteristica e commovente è la comparsa di una bimba con il cappotto rosso che si vede correre per le strade e poi tra le vittime dell’Olocausto, simbolo, come dichiarato dallo stesso regista, di quanto tutto era visibile e noto eppure nessuno ha osato fermare tale crudeltà. Numerosi i riconoscimenti al film tra i quali, per il Premio Oscar del 1994, furono consegnate le celebri statuette a: Steven Spielberg, Gerald R. Molen e Branko Lustig per il miglior film, ancora Steven Spielberg per la migliore regia, Steven Zaillian per la migliore sceneggiatura non originale, Janusz Kaminski per la migliore fotografia, Allan Starski e Ewa Braun per la migliore scenografia, John Williams per la migliore colonna sonora e a Michael Kahn per il miglior montaggio.

L’Olocausto raccontato da Steven Spielberg

Schindler’s List andrà in onda su Rete 4 oggi, domenica 24 gennaio, alle ore 21.20. Un drammatico e toccante film sulla Shoah, capolavoro del 1993 diretto da Steven Spielberg e tratto dal libro di Thomas Keneally, La lista di Schindler. Il film è concepito e realizzato come un documentario, girato in bianco e nero ad eccezione di alcune scene iniziali e finali, nel quale il regista ricostruisce alcuni dei terribili fatti che interessarono gli ebrei del ghetto di Cracovia nel 1939, durante l’occupazione Nazista. Tra gli interpreti: Liam Neeson è il protagonista Oskar Schindler, Ben Kingsley è Itzhak Stern, Ralph Fiennes è Amon Goeth, Caroline Goodall è Emilie Schindler.

Schindler’s List, la trama

Schindler’s List è ispirato al romanzo di Thomas Keneally (Sydney, 1935) ed è basato sulla vera storia dell’industriale tedesco Oskar Schindler. Egli, nel 1938, instaura simpatie e amicizie tra i soldati e le SS naziste grazie alle quali riesce ad avere la giusta spinta e il fortunato appoggio per aprire un’azienda che produce pentole e tegami. Nella sua fabbrica assume più di mille persone, ebrei che per tale fortuna scampano alla deportazione nei campi di concentramento.

Quando teme di perdere la sua fabbrica, l’imprenditore ha la fortunata idea di modificarne la produzione, convertendola da civile a militare, iniziando cioè a produrre granate e munizioni per l’esercito nazista e sfruttando a pieno le amicizie coltivate tra i principali esponenti del regime nazista. Riesce così a salvare la sua attività e ad assumere altri ebrei. Presto il suo lavoro diventerà una vera e propria missione eroica che gli permetterà di salvare la vita di migliaia di ebrei, già destinati al campo di sterminio e alla morte sicura: preziosa è a tal scopo, la lista con i nomi degli ebrei richiesti da Oskar Schindler per la sua fabbrica.

Video, il trailer del film Schindler’s List



© RIPRODUZIONE RISERVATA