SIGARETTE ELETTRONICHE/ Possono aiutare a smettere di fumare: il comunicato della Lega Antifumo

 Pubblichiamo di seguito il Comunicato LIAF-Onlus, Lega Italiana AntiFumo, secondo il quale le sigarette elettroniche pososno aiutare a smettere di fumare

24.11.2010 - La Redazione
sigarette_R400
Il fumo e i tumori

Pubblichiamo di seguito il Comunicato LIAF-Onlus, Lega Italiana AntiFumo, secondo il quale le sigarette elettroniche pososno aiutare a smettere di fumare

Seicento delegati da oltre 170 paesi hanno partecipato alla «Framework Convention for Tobacco Control» (Convenzione quadro per il controllo del tabacco) dell’OMS, Organizzazione Mondiale della Sanità (Uruguay, 15-20 Novembre 2010). Le notizie diffuse a seguito di questo evento, hanno avuto una grande eco in Italia (ma non all’estero) relativamente alla sigaretta elettronica. Secondo le notizie diffuse dai media nazionali, la sigaretta elettronica sarebbe uno strumento nocivo e inutile per smettere di fumare. Non esistono nella letteratura medica evidenze a supporto di questa forte affermazione e l’OMS ritiene utile condurre studi scientifici che possano chiarire il ruolo delle sigarette elettroniche. Il Prof. Riccardo Polosa dell’Università di Catania, esperto internazionale per la terapia del tabagismo, sta conducendo l’unico studio clinico in Europa sugli effetti e la sicurezza delle sigarette elettroniche (CATEGORIA ).

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

 
«Dai test tossicologici non risultano sostanze nocive – afferma il Prof. Polosa – e i partecipanti allo studio non hanno riportato effetti collaterali». Pertanto rimane aperta la possibilità che la sigaretta elettronica possa rappresentare un’alternativa a basso rischio rispetto al fumo di sigaretta tradizionale. «Molti partecipanti allo studio hanno ridotto sostanzialmente l’uso di sigarette – continua il Prof. Polosa – ed alcuni hanno anche smesso di fumare». Forse in un immediato futuro la sigaretta elettronic potrà essere utilizzata come uno strumento coadiuvante utile per smettere di fumare, indispensabile resta comunque l’aiuto di medici esperti. Non esistono quindi dati allarmanti o certamente negativi sulle sigarette elettroniche, e la ricerca medica sta continuando ad indagare il fenomeno. Il suggerimento di LIAF ai consumatori è quello di utilizzare prodotti che certificano in modo convincente la loro sicurezza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori