Navicella Soyuz, tre astronauti partiti verso lo spazio/ Video, le immagini dalla stazione orbitante

La navicella Soyuz è partita verso lo spazio con tre astronauti a bordo questa mattina. La base spaziale di Baikonur in Kazakistan è il punto di partenza

03.12.2018, agg. il 04.12.2018 alle 00:33 - Matteo Fantozzi
Navicella Soyuz, tre astronauti partiti verso lo spazio

Le immagini che arrivano in merito alla Navicella spaziale Soyuz Ms-11 sono veramente incredibili. Le più suggestive sono quelle che abbiamo potuto ammirare direttamente dalla stazione orbitante, come un tuono all’interno del cielo. La missione durerà sei mesi attorno al pianeta Terra e sicuramente sono molte le emozioni che potremo seguire in televisione e tramite internet. Nel primo pomeriggio erano già disponibili queste immagini del primo lancio dalla stazione twittate direttamente dal tedesco Alexander Gerst, clicca qui per le foto. Immagini che hanno coinvolto il web pronto a ricondividerle e a raccontarle tramite le impressioni tangibili di chi invece è lontano. C’era anche grande preoccupazione anche per i tre astronauti, perché la stessa missione era miseramente fallita lo scorso 11 ottobre quando c’era stato il primo lancio della Soyuz Ms-11. (agg. di Matteo Fantozzi)

Attracco alla Stazione Spaziale Internazionale

È avvenuto circa un’ora fa l’aggancio del veicolo spaziale Soyuz Ms-11, con a bordo i tre astronauti, alla ISS, la Stazione Spaziale Internazionale dopo l’avvicinamento al modulo Poisk. Secondo quanto si apprende, infatti, la nave ha portato finalmente a destinazione i membri dell’equipaggio impegnati nella spedizione denominata in codice ISS-58/59: la convergenza e l’aggancio della sonda sarebbe avvenuta regolarmente prima che si entrasse in modalità automatica. Anche se non è ancora arrivata la conferma, il prossimo passo vedrà i tre astronauti spostarsi nella Stazione Spaziale una volta verificata la compensazione della pressione tra il veicolo spaziale e la stazione stessa, cosa che dovrebbe avvenire entro circa due ore. (agg. di R. G. Flore)

Primo lancio dopo l’incidente

La navicella Soyuz è partita verso lo spazio con tre astronauti a bordo questa mattina. La base spaziale di Baikonur in Kazakistan è il punto di partenza, con la navicella che si è diretta verso la Stazione spaziale internazionale (Iss). Hanno partecipato alla spedizione il russo Oleg Kononenko, l’americana Anne McClain e il canadese David Saint-Jacques. La missione in questione dovrebbe durare nel totale circa sei mesi e mezzo. Si tratta del primo lancio dopo l’incidente dell’11 ottobre quando il tutto era fallito in partenza. L’arrivo sulla Iss è da stabilirsi a circa sei ore dal lancio. Una volta che sarà raggiunta poi la Stazione orbitale la navicella in questione andrà ad agganciarsi al modulo russo Poisk. Poi due ore dopo aprirà il portello con i tre astronauti che andranno ad unirsi all’equipaggio attuale formato da Alexander Gerst dell’Esa (Agenzia Spaziale Europea), l’americana Serena Aunon-Chancellor e il russo Sergey Prokopyev.

Clicca qui per il video del lancio

Navicella Soyuz, tre astronauti partiti verso lo spazio: il debutto per l’equipaggio

La missione con la navicella Soyuz vede scendere in scena tre debuttanti. Anne McClain e David Saint-Jacques sono al loro primo volo, mentre il più esperto Oleg Kononenko è al quarto. L’agenzia di stampa russa Tass ha evidenziato come il lancio sia stato assicurato per 71.9 milioni di dollari con l’assicurazione letteralmente raddoppiata dopo il brutto incidente dell’11 ottobre che ha portato allo slittamento della missione. In quell’occasione i due ufficiali di bordo erano stati costretti all’atterraggio d’emergenza. Il russo Alexey Ovchinin e l’americano Nick Hague non sono dunque stati richiamati per questa missione con la Soyuz. Il video del lancio è disponibile online e in pochissimo tempo è diventato virale con molti che hanno commentato con toni entusiastici le splendide immagini. Per fortuna i problemi al sensore che segnala la divisione fra primo e secondo stadio sono stati completamente risolti e ora non ci dovrebbero essere nessun tipo di difficoltà.

Il video del lancio



© RIPRODUZIONE RISERVATA