Il Sole diventerà una stella di cristallo/ Scoperta grazie al satellite Gaia: ecco quando succederà

Il Sole diventerà una stella di cristallo: la scoperta grazie al satellite Gaia dell’Esa, ecco quando avverrà la trasformazione in nana bianca.

10.01.2019 - Dario D'Angelo
Sole di cristallo: quando si trasformerà? (foto da Twitter)

Strano solo a pensarlo, ma un giorno quella palla di fuoco che chiamiamo Sole diventerà una stella di cristallo. La conferma definitiva alle ipotesi formulate dagli studiosi per la prima volta 50 anni fa è arrivata grazie al satellite Gaia dell’Esa (l’Agenzia Spaziale Europea) e porta la firma dei ricercatori dell’università di Warwick, in Gran Bretagna, che hanno pubblicato i dati raccolti sulla rivista Nature. Al pari delle sue sorelle più antiche, dunque, il Sole finirà per formare un nucleo di ossigeno solido e carbonio dando vita ad una sfera di cristallo. Per arrivare a questo risultato, lo studio ha esaminato colore e luminosità di ben 15.000 nane bianche, ovvero stelle un tempo simili al Sole e giunte ormai giunte allo stadio finale della loro evoluzione avendo bruciato tutto il ‘carburante’. Come ricorda la sezione Scienze dell’Ansa, le nane bianche sono considerate tra gli oggetti stellari più antichi dell’universo e hanno “un ciclo vitale così prevedibile che vengono spesso usate come ‘orologi cosmici’ per stimare con precisione l’età di gruppi di stelle a loro vicine”.

IL SOLE DIVENTERA’ UNA STELLA DI CRISTALLO: ECCO QUANDO

Ma quand’è che il Sole esaurirà il proprio “carburante” e si trasformerà in una stella di cristallo? Nessuno di noi sarà in grado di assistere a questo fenomeno tanto spettacolare quanto inquietante dal momento che dovrebbero trascorrere più o meno 10 miliardi di anni. Come riportato dall’Ansa, dalle osservazioni fatte grazie al satellite Gaia si evince che le nane bianche sviluppano un cuore di ossigeno solido e carbonio dal momento che durante la loro vita cristallizzano. Significa che queste stelle vivono una fase di transizione simile a quella che trasforma l’acqua in ghiaccio, ma a temperature molto più elevate. Il fenomeno potrebbe rallentare il loro raffreddamento, rendendole potenzialmente più vecchie di quanto ipotizzato finora. L’astrofisico Pier Emmanuel Tremblay in ogni caso non ha dubbi:”Tutte le nane bianche cristallizzano prima o poi nella loro evoluzione, sebbene quelle più massicce inizino il processo prima. Questo significa che miliardi di nane bianche nella nostra galassia hanno già completato il processo e sono essenzialmente delle sfere di cristallo nel cielo. Lo stesso Sole diventerà una nana bianca di cristallo nel giro di 10 miliardi di anni“.



© RIPRODUZIONE RISERVATA