Scuola, a Milano boom iscrizioni ai licei/ Allarme presidi: “Il sistema non reggerà”

- Alessandro Nidi

Nella città del Duomo gli studenti di terza media puntano molto sui licei, ma c’è il problema degli esuberi e dell’edilizia scolastica

scuole calabria
(LaPresse)

Crescono ancora le iscrizioni ai licei di Milano: è quanto emerge dai dati sulla scuola rilasciati nelle scorse ore dal MIUR, secondo cui nella città meneghina più di 6 studenti di terza media su 10 hanno scelto di proseguire il loro percorso presso un liceo, per una percentuale che rappresenta il 64,5% degli iscritti, in aumento rispetto al 63,3% registrato soltanto un anno fa. Lo riferisce il quotidiano “Il Giorno”, che segnala inoltre come da tre anni il trend sia in crescita, con l’indirizzo scientifico che raccoglie il 30% delle iscrizioni (erano il 28,3% l’anno prima), mentre il liceo delle scienze applicate (senza latino) passa dal 4,9% al 6% tondo. Scendono gli iscritti al classico, unico liceo in controtendenza (da 11,5% a 10,2%).

Come dichiarato dal preside del liceo “Virgilio”, Roberto Garroni, “c’è una spinta verso una liceizzazione da parte delle famiglie, ma è un sistema che prima o poi non reggerà e si rischiano di perdere anche figure di riferimento importanti, come quelle dei ‘vecchi’ periti. Nel nostro caso dovremo sorteggiare anche al classico, abbiamo più di duecento esuberi. Allo scientifico abbiamo 49 esuberi e si pone il tema di scienze umane”.

SCUOLA, BOOM ISCRIZIONI AI LICEI A MILANO: PROBLEMA EDILIZIA SCOLASTICA

Il servizio del quotidiano “Il Giorno” sul boom di iscrizioni ai licei a Milano focalizza l’attenzione del lettore poi su una problematica non di poco conto, connessa all’edilizia scolastica: servono spazi per i licei scientifici, ma non va neppure dimenticato che in atto c’è sempre una pandemia di Coronavirus che richiede il distanziamento fra gli studenti e, di conseguenza, non tutti i locali sono idonei. Come si farà a smistare i cosiddetti esuberi? Mistero. Per quanto invece riguarda gli altri istituti d’istruzione superiore, il tecnico si attesta a quota 24,6%, mentre sono stabili le domande per il corso di Ragioneria dell’istituto Cattaneo e in lieve crescita quelle per i Geometri. Al “Feltrinelli”, invece, ricevute 402 domande e rilevati un centinaio di esuberi anche fra tecnico informatico (+65) e elettronico (+10). Tracollo dei professionali, che perdono 2,1 punti percentuali nell’arco di dodici mesi. Colpa del virus? Nel caso dell’alberghiero, forse sì: “Rispetto all’anno scorso al momento noi abbiamo una ventina di iscritti in meno – ha affermato Rossana Di Gennaro, al dirigente scolastica dell’alberghiero ‘Carlo Porta’ –, ma ci sono molti ragazzini delle medie che non si sono ancora iscritti. Pensiamo di chiudere alla pari con l’anno scorso“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA