SEBASTIAN CALTAGIRONE/ Pamela Perricciolo: “La mamma sapeva. C’era un alto compenso”

- Morgan K. Barraco

Sebastian Caltagirone, nuove rivelazioni di Pamela Perriciolo sul finto figlio in affido dell’inesistente Mark Caltagirone e di Pamela Prati

mamma sebastian caltagirone
Pamela Prati, il finto Sebastian ed Eliana Michelazzo

Pamela Perricciolo parla del piccolo Sebastian Caltagirone e prende le distanze da alcune vicende che gettano ombre su tutta questa brutta vicenda. L’ex agente di pamela Prati spiega a Live Non è la D’Urso che per quanto riguarda il suo ruolo come figlio di Mark Caltagirone “c’era un compenso pattuito” e “la mamma”, al contrario di quanto ammesso fino a oggi, “sapeva per filo e per segno, mi ha chiesto lei di iscriversi all’agenzia, mi ha chiamato lei, l’ho vista solo 3 colte in tutta la mia vita, non eravamo amiche”. La Perriccolo ammette di aver chiesto al bambino dei video, ma di non averli mai spediti e prende le distanze anche dal filmato ricevuto da Barbara D’Urso, il cui mittente, conferma la conduttrice, era proprio colui o colei che si spacciava per Mark Caltagirone. “Eravamo io, Pamela ed Eliana a cena e Pamela Prati – conferma l’ex agente della Aicos – mi ha detto ‘Sebastian ha inviato un video a Barbara per augurarle buon Grande Fratello”. e sul tumore che il piccolo avrebbe dovuto fingere di avere, spiega: “Non era vero, anche su questo, anche questa cosa dell’avvocato vedremo più avanti: è il mio compagno di scuola… Mi sono prestata a questa cosa orrenda – continua l’ex manager – perché non sapevamo come uscirne e serviva questo bambino. Se Pamela Prati sapeva (che Sebastian fosse un attore, ndr)? Sì”. (Agg. di Fabiola Iuliano)

L’avvocato: “Presto avrò tutti i video che il bambino…”

Novità in arrivo per la vicenda che riguarda il piccolo Sebastian. L’Avvocato che rappresenta il minore e la sua famiglia annuncia che molto presto entrerà in possesso di alcuni file scottanti: “Il bambino usava un telefono per massaggiare con la Perriccolo e gli mandava i video che lei richiedeva per questo copione. Ora – spiega il legale a Live Non è la D’Urso – il telefono si è rotto […] i genitori ne hanno preso un altro, mi sono fatto dare dai genitori l’autorizzazione e l’ho portato a riparare”. Molto presto, quindi, l’avvocato della famiglia del finto Sebastian scoprirà il contenuto dei messaggi e dei video: “E se non sarà possibile ripararlo – precisa l’ospite nel salotto di Canale 5 – farò un bake up dei dati quindi avrò un hard disk con tutti i video che il bambino ha mandato per fare il casting di questa fantomatica fiction”. A Live Non è la D’Urso il discusso video della merenda, per il quale oggi spuntano numerosi dettagli in merito alle bugie che la Perricciolo avrebbe chiesto al piccolo di raccontare. “Mi dice che la Perricciolo gli avrebbe detto che, quando sarebbero arrivati assieme agli altri, avrebbe dovuto dire che un paparazzo avrebbe cercato di fotografarli e la Perricciolo gli avrebbe sbattuto la testa su un’auto – spiega l’avvocato – era stato istruito dalla Perricciolo a confermare questa circostanza”. (Agg. di Fabiola Iuliano)

Donna Pamela “Prati ha finto di essere da sempre sua madre”

Anche Sebastian Caltagirone, il bambino e presunto figlio in affido di Mark Caltagirone e Pamela Prati non esiste. Un minore chiamato a interpretare questa parte, però, esiste davvero e ad ammetterlo è stata anche Pamela Perricciolo, la donna, amica della madre del piccolo e che avrebbe “usato” Sebastian per la “truffa Mark Caltagirone”. In merito, l’ex agente Donna Pamela, nella recente intervista a Fanpage ha tentato di fare chiarezza spiegando: “Il ragazzino era iscritto nella nostra agenzia (la Aicos Management, ndr), poi noi abbiamo fatto questa cosa che fosse figlio di Caltagirone, ma per anni ci ha frequentato”. La Perricciolo ha ammesso però che l’incontro avvenuto nelle passate settimane alla presenza della Prati, di Eliana Michelazzo e di Milena Miconi rappresentava la prima volta in cui l’ex diva del Bagaglino vedeva il bimbo. “Eliana e Pamela dicono che non conoscevano il bambino ma quando sono entrata nel bar dov’era organizzata la merenda, la Prati ha fatto finta di essere da sempre sua madre. Era la prima volta che lo vedeva ma non lo ha detto, ha finto che ci fossero stati altri incontri e chi era presente può testimoniarlo”, ha ammesso. Come replicherà questa sera la Perricciolo, ospite di Live Non è la d’Urso, alle accuse dell’avvocato della vera madre di Sebastian Caltagirone? (Aggiornamento di Emanuela Longo)

La merenda con Pamela Prati

Sebastian Caltagirone è forse l’unico ad essere vittima e allo stesso tempo protagonista del Prati Gate. Sappiamo dalle ultime rivelazioni della madre naturale che il bimbo in questione è un baby attore iscritto alla Aicos, la società di Eliana Michelazzo e Pamela Perricciolo, coinvolto a insaputa della famiglia nello scandalo che ha travolto Pamela Prati. Sono almeno due però i momenti in cui spunta Sebastian e non solo per quanto riguarda le finte nozze fra la showgirl e Mark Caltagirone. La prima risale al 2017, anno in cui l’imprenditore parla via chat con Wanda Ferro: i due si scambiano messaggi romantici ed arrivano addirittura a definirsi sposati su Facebook. Nei mesi successivi, la politica fa una foto con il bambino che la Prati conoscerà come Sebastian alcuni anni più tardi. Non è chiaro invece se quell’incontro fra la Ferro e il piccolo sia da collegare alla prima messinscena messa in atto per avvalorare l’esistenza di Caltagirone. Il bimbo infatti racconta a Il Fatto Quotidiano di aver incontrato un’attrice riccia in una stazione ferroviaria e che in quell’occasione avrebbe dovuto fingere di essere triste per la partenza della mamma. Sebastian spunterà inoltre alcuni mesi fa durante una merenda organizzata dalle due manager, in cui sono presenti anche la Prati e Milena Miconi, oltre al marito e la figlia di quest’ultima. “In quell’occasione il bambino in un bar incontra Pamela Prati“, dice l’avvocato della famiglia a Mattino Cinque. La showgirl lo abbraccia, lo tratta proprio come se fosse il figlio ricevuto in affidamento grazie alla relazione con Caltagirone. Si tratta tra l’altro dell’unico momento in cui il bambino non verrà accompagnato dai genitori ma dalla sola Perricciolo, chiarisce il legale.

Sebastian Caltagirone: il baby attore aveva un copione

Occhi azzurri e capelli biondi, un viso da attore che non passa inosservato a Pamela Perricciolo e Eliana Michelazzo. In questo modo sarebbe apparso per la prima volta Sebastian Caltagirone, il bambino che verrà identificato dalle due donne come il figlio di Mark Caltagirone. E non solo in occasione delle finte nozze fra l’imprenditore e Pamela Prati, ma diversi anni prima. Ovvero quando Caltagirone inizia a scrivere a Wanda Ferro e poi sfrutta la finta malattia del piccolo per fare leva sull’empatia di Alessia Bausone. Come sappiamo Sebastian non esiste, ma di certo è vero il bambino che lo ha interpretato in alcune occasioni. Si tratta del figlio di una parrucchiera di Roma, svela Live – Non è la d’Urso grazie alla testimonianza della donna. Questa sera, mercoledì 5 giugno 2019, il nome di Sebastian Caltagirone verrà fatto ancora. Tutto inizia da quella corte spietata che la Perricciolo farà alla madre del piccolo, in modo che lo iscriva alla Aicos Management. Ottenuto il permesso con le dovute leve, la manager riferirà alla famiglia del baby attore che dovrà interpretare il figlio di un imprenditore molto ricco. “Aveva un copione ben preciso. Doveva fare la voce rotta perché aveva un tumore alla gola, nella fiction“, dice il legale della famiglia a Mattino Cinque. Il piccolo quindi avrebbe dovuto simulare la malattia per fare video e creare vocali, che secondo l’avvocato sarebbero stati inviati a diverse persone. L’obbiettivo è sempre quello di dimostrare non solo l’esistenza di Sebastian, ma anche quella del padre Mark Caltagirone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA