Sebastian Fortini è morto/ Promessa del motocross: aveva 17 anni

- Mauro Mantegazza

Sebastian Fortini è morto. Era una promessa del motocross, aveva 17 anni e stava facendo un allenamento a Traona, in provincia di Sondrio.

Fortini
Sebastian Fortini, promessa del motocross, morto a 17 anni

Sebastian Fortini è morto a 17 anni: era una promessa del motocross ed è stato vittima ieri pomeriggio di un incidente in allenamento avvenuto sulla pista sterrata che costeggia l’Adda in territorio di Traona, provincia di Sondrio. Fortini abitava a Paniga, frazione di Morbegno. Sulla tragedia indagano i carabinieri, che ricostruiranno la dinamica dell’incidente. Toccante il racconto di Max, il papà di Sebastian Fortini, che ha raccontato così la morte del figlio: “Il mio bambino mi è morto fra le braccia. Ero a 5 metri da lui, quando è successo l’incidente durante l’allenamento. Una tragedia immane. È stato tremendo l’impatto che ha avuto con il petto contro una pianta. Sono subito corso da lui: ‘Papà chiama l’ambulanza’, mi ha detto. Gli ho sfilato il casco, praticato la respirazione bocca a bocca”, riporta Il Giorno. Purtroppo sono stati tutti inutili anche i tentativi di salvare la vita di Sebastian Fortini da parte dei soccorritori, medici e paramedici “giunti in fretta con le ambulanze e che ringrazio – ha aggiunto il padre -. Ha avuto un’emorragia interna che non gli ha lasciato scampo. L’unica consolazione che ho è che ha perso la vita facendo ciò che più amava fare, il motocross…”.

SEBASTIAN FORTINI MORTO: PARLA IL PADRE

Il padre era anche il coach di Sebastian Fortini: lo accompagnava ovunque, agli allenamenti e alle gare: “Da 20 giorni aveva ripreso gli allenamenti, reduce da due infortuni con altrettante pesanti fratture al braccio sinistro. Ma anche quando non poteva prepararsi con la moto, a causa degli infortuni, si allenava in modo diverso, per tenersi fisicamente in forma. Io e la sua mamma Giovanna, che lo adorava, abbiamo sempre fatto di tutto per assecondarlo nella sua passione. Era il nostro bimbo. Ovunque andava riceveva sempre i complimenti per come si poneva, per la sua educazione. Viveva per il motocross. Ci ha dato tantissimo. Ma anche a chi l’ha conosciuto”. A piangere la prematura scomparsa di Sebastian Fortini c’è naturalmente la famiglia, composta anche dai fratelli Nicole e Kristian, i tanti amici e compagni del Jrt Mx Team di Calco, nel Lecchese, e quelli della scuola – Sebastian frequentava il quarto anno del corso Meccanico all’Enaip di Morbegno. “Andiamo a Traona, dobbiamo allenarci bene. Voglio fare bene per il Jon (il presidente del team, ndR)”, ha detto uscendo di casa per l’allenamento in vista dei Campionati regionale e italiano, dove sicuramente Sebastian Fortini sarà ricordato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA