Selvaggia Lucarelli vs Tiziano Ferro/ “Testimonial del Ministero? Ha evaso le tasse”

- Elisa Porcelluzzi

Selvaggia Lucarelli critica la decisione del Ministero della Salute di scegliere Tiziano Ferro come testimonial, dopo la condanna per evasione fiscale.

selvaggia lucarelli instagram 640x300
Selvaggia Lucarelli @Instagram

Tiziano Ferro è stato scelto dal Ministero della Salute come testimonial del progetto “Code di casa”, dedicato alla tutela degli animali. “È un onore enorme essere stato scelto dal Ministero per rappresentare questo magnifico progetto, a favore della promozione dei diritti dei nostri splendidi amici”, ha scritto sui social il cantante di Latina, annunciando la campagna. Tiziano Ferro non ha mai nascosto il suo amore per gli animali: dopo la morte del suo Beau, Ferro ha addotto un altro cane, Jake. Ed è proprio Jake, che ha da poco superato un intervento alla zampa, il co-protagonista dello spot. “Abbandonare un animale è uno dei gesti più ignobili al mondo. Jake è stato abbandonato più di una volta. E guardate adesso… quanto amore, quanta fede. Non abbandonate gli animali. E se non potete più prendervi cura del vostro animale domestico, rivolgetevi a un canile, ai veterinari”, dice il cantautore nel video della campagna “Code di casa”. E conclude: “Non abbandonate gli animali è un gesto incredibilmente crudele, che nessuno può meritare”.

Selvaggia Lucarelli critica Tiziano Ferro come testimonial

Ma la decisione del Ministero della Salute di scegliere Tiziano Ferro, come testimonial della campagna “Code di casa, ha fatto storcere qualche naso, tra cui quello di Selvaggia Lucarelli. Secondo la giornalista, infatti, il cantautore di Latina non sarebbe la persona più appropriata per promuovere un progetto promosso dal Ministero della Salute, e quindi dal Governo. La polemica nasce dal fatto che lo scorso ottobre Tiziano Ferro è stato condannato in via definitiva dalla Corte di Cassazione per un’evasione fiscale che ammontava a 6 milioni di euro. “Per il fisco Tiziano Ferro ha evaso 6 milioni di euro, per i giudici “ha un elevato livello economico e culturale, avrebbe dovuto avere un comportamento più etico”. A neanche 4 mesi dalla sentenza tributaria, il Governo (ministero della salute) lo sceglie come testimonial”, ha scritto la Lucarelli in un post sui suoi canali social, ricordando la sentenza in cui la Cassazione ammoniva i personaggi pubblici che dovrebbero essere in possesso “degli strumenti necessari per valutare la giustezza di un determinato comportamento”. Secondo Selvaggia Lucarelli la decisione del Governo di rendere Ferro un testimonial sarebbe incoerente e offensiva nei confronti di chi non evade le tasse: “Tiziano Ferro pagherà il suo debito e va bene così, ma che un ministero lo scelga come volto per una qualsiasi campagna, beh, mi pare un insulto a chi le tasse le paga e a chi ne paga di più perché c’è chi pur avendo milioni di euro, fa il furbo”. Lapidaria la conclusione: “Un giorno dovremo chiederci seriamente perché chi evade il fisco e pure da privilegiato, in questo paese, torni ad essere un eroe due minuti dopo”. Molti fan di Tzn hanno criticato la polemica della Lucarelli, in quanto non attinente alla campagna di tutela degli animali.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Tiziano Ferro (@tizianoferro)



© RIPRODUZIONE RISERVATA