Serena Enardu VS haters/ “Uso l’iPhone quanto cazz* mi pare!”, poi cita Steve Jobs

- Valentina Gambino

Serena Enardu contro gli haters: l’ex tronista di Uomini e Donne esprime il suo chiaro pensiero nei confronti degli odiatori della rete, poi cita Steve Jobs.

serena enardu 640x300
Serena Enardu

Serena Enardu contro gli haters. La ex tronista di Uomini e Donne, ha colto l’occasione per condividere un chiaro messaggio da indirizzare agli odiatori della rete. Citando Steve Jobs, ha copiato proprio un pensiero del celebre inventore della Apple non prima di dire la sua. “Mi vesto come voglio, vado a dormire e mi sveglio quando voglio, se ho voglia riordino casa sennò no, uso il mio cellulare quanto cazzo mi pare, come e quando voglio, non m’interessa il consenso o il punto di vista di nessuno, a meno che non sia io a chiedere un esplicito parere a qualcuno, solitamente ai miei cari… quindi se quello che faccio o non faccio non vi piace o voi l’avreste fatto in un altro modo, sapete quanto me ne frega? Ecco…”, scrive la Enardu. A questo punto precisa: “Evitate di mandarmi su direct i vostri disappunti, non per altro, NON MI INTERESSANO e poi perdo tempo quando potrei invece investirlo con chi mi scrive messaggi piacevoli!”.

Serena Enardu contro gli haters: il chiaro messaggio

Serena Enardu prosegue con il suo sfogo: “Evitate di scrivermi che sono un “personaggio pubblico” e che quindi devo accettare, perché non c’è scritto da nessuna parte! E anche se fosse… me ne fregherei!”. Da questo momento in poi, parte la citazione di Steve Jobs: “Il nostro tempo è limitato, per cui non lo dobbiamo sprecare vivendo la vita di qualcun altro. Non facciamoci intrappolare dai dogmi, che vuol dire vivere seguendo i risultati del pensiero di altre persone. Non lasciamo che il rumore delle opinioni altrui offuschi la nostra voce interiore. E, cosa più importante di tutte, dobbiamo avere il coraggio di seguire il nostro cuore e la nostra intuizione. In qualche modo, essi sanno che cosa vogliamo realmente diventare. Tutto il resto è secondario”, diceva l’imprenditore statunitense scomparso nell’ottobre del 2011.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Mi vesto come voglio, vado a dormire e mi sveglio quando voglio,se ho voglia riordino casa sennò no, uso il mio cellulare quanto cazzo mi pare, come e quando voglio, non m’interessa il consenso o il punto di vista di nessuno, a meno che non sia io a chiedere un esplicito parere a qualcuno, solitamente ai miei cari… quindi se quello che faccio o non faccio non vi piace o voi l’avreste fatto in un altro modo, sapete quanto me ne frega? Ecco…. Evitate di mandarmi su direct i vostri disappunti, non per altro, NON MI INTERESSANO e poi perdo tempo quando potrei invece investirlo con chi mi scrive messaggi piacevoli! Evitate di scrivermi che sono un “personaggio pubblico” e che quindi devo accettare , perché non c’è scritto da nessuna parte! E anche se fosse….me ne fregherei! Il nostro tempo è limitato, per cui non lo dobbiamo sprecare vivendo la vita di qualcun altro. Non facciamoci intrappolare dai dogmi, che vuol dire vivere seguendo i risultati del pensiero di altre persone. Non lasciamo che il rumore delle opinioni altrui offuschi la nostra voce interiore. E, cosa più importante di tutte, dobbiamo avere il coraggio di seguire il nostro cuore e la nostra intuizione. In qualche modo, essi sanno che cosa vogliamo realmente diventare. Tutto il resto è secondario. (Steve Jobs) E POI AGGIUNGEREI: TUTTO IL RESTO È NOIIIIIAAAAAAAA 🥳 #parolesante #stevejobs

Un post condiviso da Serena Enardu (@serenaenardu) in data:



© RIPRODUZIONE RISERVATA