Serena Grandi/ “Alle regionali voterò Borgonzoni (Lega), Salvini mi piace perché…”

- Davide Giancristofaro Alberti

Serena Grandi non ha dubbi su chi voterà alle prossime regionali in Emilia: “Lucia Borgonzoni, Lega. Salvini mi piace”

Serena Grandi

Serena Grandi torna a sfogarsi pubblicamente e lo ha fatto ai microfoni del programma radiofonico, “Un Giorno da Pecora“. Come vi avevamo spiegato già qualche giorno fa, la nota attrice è stata derubata, con la sua casa di Rimini svaligiata da alcuni malintenzionati che le han portato via addirittura l’urna con dentro le ceneri del padre. “Nella mia casa di Rimini sono venuti i ladri – è tornato sull’argomento l’ex concorrente del Grande Fratello Vip, parlando a Rai Radio 1 nel corso della trasmissione condotta da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari – qui c’è una grande delinquenza. Mi hanno rubato oggetti a cui tenevo molto, dei ricordi dei miei genitori”. Dopo aver subito il furto in casa, la Grandi aveva lanciato un appello all’ex ministro dell’interno, Matteo Salvini, leader della Lega, sottolineando come si trovasse d’accordo con lo stesso nell’utilizzo della famosa “ruspa”.

SERENA GRANDI: “VOTERO’ LA BORGONZONI, NOI DONNE SIAMO FORTI”

I due conduttori radiofonici hanno quindi incalzato nuovamente la Grandi sull’argomento, che ha confermato il suo orientamento politico: “Salvini? Si, mi piace la sua cultura e la sua identità, abbiamo bisogno di riconoscerci”. Quindi, tornando sulla sua Rimini, ha aggiunto: “Il sindaco ha fatto tanto, purtroppo però c’è un sacco di delinquenza. Io non esco dopo le sei di sera”. A breve ci saranno le elezioni in Emilia Romagna, precisamente il 26 gennaio del 2020, e la Grandi ha ben in mente chi voterà alla prossima tornata elettorale: “Io voterò per Lucia Borgonzoni (Lega ndr): noi donne siamo fortissime, sappiamo come fare”. La Grandi ha rilasciato recentemente anche un’intervista ai microfoni del settimanale Nuovo, in cui ha fornito qualche dettaglio in più in merito al furto subito: “I ladri sono entrati dal terrazzo rompendo un vetro antiproiettile, e poi sono usciti indisturbati dall’ingresso principale. Mi è andata via la voce immediatamente a causa dello spavento: la tensione mi ha travolto, lasciandomi senza forze, e ci sono voluti diversi giorni per metabolizzare l’accaduto”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA